Il vescovo Giusti cresima i ragazzi di S. Jacopo

Mediagallery

di Roberto Olivato

“Come lo Spirito Santo scese su Maria e la festa di oggi è qui per ricordarcelo, anche voi col  Crisma della Cresima riceverete lo stesso Spirito Santo” . Queste le parole che il vescovo Simone Giusti ha rivolto ai trenta cresimandi di cui ventidue ragazzi ed otto adulti, che ieri sera nella chiesa di San Jacopo alla presenza di padrini e madrine, hanno partecipato alla S.Messa in occasione della festività dell’Immacolata Concezione per poi essere unti col sacro crisma. Ma il vescovo è tornato anche a parlare del Giubileo ricordando come grazie alla Misericordia di Dio, attraversando la Porta Santa ognuno di noi ritorni ad essere puro, come nel giorno del battesimo  “ perché grazie all’Indulgenza Plenaria ci saranno tolti tutti i nostri peccati accumulati nel corso degli anni, rendendoci puri come un bimbo. Quale miglior gesto d’amore Nostro Signore può farci se non quello di ridonarci la purezza dell’anima ? L’amore – ha proseguito monsignor Giusti- è qualcosa che travalica il materialismo della nostra vita, l’amore va oltre e perdura anche dopo la morte, come dimostra l’affetto che nutriamo per i nostri cari che non sono più con noi, ma che hanno raggiunto l’Amore eterno. Amore per il quale- ha concluso Giusti- Maria disse il suo si a Dio.“ Al termine dell’omelia si è svolta l’amministrazione della Cresima preceduta dalla forma “Ricevi il sigillo dello Spirito Santo che ti è dato in dono. Amen”.

 

Riproduzione riservata ©