Il calendario della polizia nelle scuole e nei teatri

Mediagallery

Dal 2001 il ricavato della  vendita del calendario della Polizia di Stato è destinato a finanziare alcuni appelli umanitari  dell’ Unicef. Quest’anno il progetto ha indicato l’emergenza umanitaria nella Repubblica del Centro Africa (CAR), e  andrà ad incrementare gli interventi per la “Fornitura di trattamenti e alimenti terapeutici e per l’educazione alle corrette pratiche di nutrizione di bambini e neonati, e la promozione dell’allattamento al seno”.

Gli scatti   del calendario  2015  sono del  maestro Vittorio Storaro, vincitore di tre premi oscar (Apocalypse Now,  Reds e L’Ultimo Imperatore), di un David di Donatello e di altri importanti riconoscimenti.   L’idea nasce dalla  visita di una struttura della Polizia di Stato a Roma dove  Storaro  è colpito dalla persistenza di due elementi: la tradizione nell’architettura dei luoghi e negli elementi classici e simbolici e la modernità rappresentata dagli operatori di polizia che animano quegli ambienti, intenti nel perseguire e salvaguardare valori umani e sociali eterni e assoluti.

Allora Arte e Abilità  diventano i concetti fondanti, due  temi che coesistono, si integrano e formano una sinergia,  ma  restano comunque due elementi ben definiti, due colonne che sostengono dodici immagini forti e suggestive.

Le abilità, la capacità di ricerca, l’attenzione, l’equilibrio e molte altre sono le “arti” dell’agente di Polizia, la bellezza di questo connubio ispira l’artista alla realizzazione di un’opera che non è semplicemente  “un calendario” da guardare,  ma sicuramente un’opera da conservare, che racconta la volontà e l’impegno della Polizia al servizio dei cittadini con la certezza di “Esserci sempre”.

Per l’occasione la Questura di Livorno, su disposizione  del Dipartimento della Pubblica Sicurezza,ha individuato  due  scuole di teatro- una sita in Livorno e l’altro in Cecina, nonché un’Associazione culturale per la diffusione della fotografia d’autore, al fine di  promuovere l’iniziativa anche a livello locale.

Pochi giorni fa , il responsabile dell’Ufficio Stampa della Questura di Livorno il sostituto commissario Angela Amato insieme al collaboratore Asc Andrea Di Panfilo, ha consegnato un consistente numero di  calendari della Polizia di Stato ai responsabili delle scuole perché provvedessero alla divulgazione tra i suoi iscritti.

Le scuole interessate alla predetta iniziativa sono state:

– Artinbanco Scuola comunale di teatro Villa Guerrazzi in loc. Cinquantina di Cecina, riceveva  la responsabile organizzativa Sig. Bertini Serena;

-Associazione culturale per la diffusione della fotografia d’autore in Livorno , riceveva la Sig. Caterina Angelica;

– Scuola di cinema   “Vertigo” di Livorno.

Quest’ultima ha mostrato particolare interesse ed apprezzamento circa le belle foto riportate nel calendario. Si tratta di una scuola di Teatro di ottimo livello, magistralmente gestita da dal Marco Conte, e dove vengono fatti spettacoli di teatro a tutti i livelli e dove ragazzi, ma anche meno giovani, possono frequentare corsi di recitazione e di dizione ben congegnati.

 

Riproduzione riservata ©