Festeggiata la Madonna del Buon Rimedio

Mediagallery

di  Roberto Olivato

Festeggiata ieri 8 ottobre, dai padri Trinitari e dalle suore dell’attigua scuola materna della chiesa di San Ferdinando, la Madonna del Buon Rimedio patrona del loro Ordine. A concelebrare la S. Messa il Superiore padre Cosimo Bleve ed il parroco padre Emilio Kolacyzk, presenti un folto gruppo di parrocchiani del quartiere della Venezia, guidati da padre Michele Siggillino cappellano del carcere delle Sughere. Nel corso dell’omelia, padre Cosimo ha ricordato il ruolo che ancora oggi svolge la Madonna: “ Lei è sempre presente in mezzo a noi ed in molte occasioni ci parla, come nei messaggi a Medjugorie o nelle tante apparizioni in diverse parti del mondo. Ma essa è presente fra di noi tutti i giorni, come una brava mamma, sempre pronta ad aiutarci, appena a lei ci rivolgiamo ed a lei si rivolse anche il nostro fondatore De Matha, ottenendo grandi benefici. Quindi preghiamola sempre Maria, perché sappiamo che non ci lascerà mai soli. ” Le origini della devozione alla Madonna del Buon Rimedio ci ripor­tano al 1198, quando san Giovanni de Matha fondatore dei padri Trinitari ebbe in sogno una visione della Madonna da lui invocata per il buon esito di una missione, in cui i suoi frati erano impegnati a liberare dei cristia­ni catturati dai saraceni e Maria fece il miracolo di fargli trovare una con­sistente somma di denaro, che servì alla liberazione degli schiavi. Papa Giovanni XXIII nel 1961 indicò la Madonna del Buon Rimedio Patrona dei Trinitari, in risposta ad un voto espresso dal Capitolo generale dell’Ordine nel 1959 e d’allora l’otto di ottobre i Trinitari si raccolgono in preghiera ai piedi della loro Patrona.

 

 

Riproduzione riservata ©