Don Karim, prete livornese interprete di Papa Francesco

Il prete livornese, don Karim Madjidi, è stato scelto per tradurre le parole del presidente dell'Iran, Rohani a Papa Francesco

Mediagallery

Un prete livornese, se pur d’adozione, accanto a sua Santità per fare da interprete. E’ accaduto nella giornata di martedì 26 gennaio a Don Karim Madjidi che è stato scelto per tradurre le parole del presidente dell’Iran, Rohani a Papa Francesco. Circa quaranta minuti di conversazione agevolata dal sacerdote di casa nostra a fare da ponte fra l’italiano del pontefice e il Farsi del numero uno persiano. In città molti lo ricordano per tanti anni, più di dieci, trascorsi ai  Salesiani, dove è arrivato ad essere parroco. Poi il trasferimento a Roma dove è andato a dirigere l’istituto Pio IX prima di diventare infine, viceispettore salesiano per il Centro Italia. Per Don Karim non è la prima volta che viene chiamato per fare da interprete al pontefice in Vaticano.
Sulla sua pagina facebook non sono mancati i messaggi di congratulazioni e di emozione condivisa con il prete di casa nostra. “Oggi è stata una giornata un po’ così… ma vederti accanto a Papa Francesco è stato un vero toccasana”, scrive Lisa sul social network. E ancora: “Karim è stata una forte emozione per noi tutti vederti accanto al nostro amato Papa, siete due persone fantastiche”, scrive Grazie sulla sua bacheca.

Riproduzione riservata ©