Combatte la Sla e realizza il sogno di una vita: una gita in barca grazie a Sport Insieme Livorno

Ad aiutare Daniele a realizzare il suo sogno è “Sport Insieme Livorno” (Sil), associazione senza scopo di lucro, da anni impegnata a promuovere e diffondere le attività sportive tra i disabili

Mediagallery

Domenica 14 luglio a Livorno Daniele Deri, malato di SLA da otto anni, residente a Cascina, vedrà esaudito un suo grande desiderio: una gita in mare, a bordo della barca “Primo Pensiero” con personale medico specialistico e la sua famiglia. Daniele salirà a bordo alle ore 9 dalla banchina del Porto in Largo Tito Neri (di fronte alla Fortezza Vecchia). Ad aiutare Daniele a realizzare il suo sogno è “Sport Insieme Livorno” (Sil), associazione senza scopo di lucro, da anni impegnata a promuovere e diffondere le attività sportive tra i disabili, persone con mobilità ridotta e con disagio mentale. Sil propone da anni, in collaborazione con altre associazioni varie discipline sportive: il tennis in carrozzina, la subacquea, il surf, e poi handbike, atletica leggera e sport invernali. Come è stato illustrato nel corso di una conferenza che si è svolta a Palazzo Municipale (per volontà del consigliere comunale Pd Valerio Vergili), è lo stesso presidente di Sil, Claudio Rigolo ad aver dato vita al progetto delle gite in barca per persone con disabilità.

Rigolo, costretto oltre vent’anni fa per un incidente sul lavoro a vivere su una sedia a rotelle, ha raccontato di aver vissuto sulla sua pelle “il disagio e la frustrazione di non sentirsi libero davanti al mare, di ammirare da lontano la costa e fare mille assurde acrobazie per potervi accedere. E grazie al natante accessibile “Primo Pensiero”, unica nel suo genere – ha detto Rigolo – ho potuto farlo, estendendo questa possibilità ad altre persone”. In questi giorni, fra l’altro, anche alcuni ragazzi disabili del liceo scientifico “Cecioni” di Livorno hanno l’opportunità di uscire in mare con “Primo Pensiero”. Con questo natante Sil si impegna di portare alla ribalta nazionale Livorno come riferimento per il turismo accessibile legato anche al mare; dallo scorso anno fra l’altro grazie a tavole da surf innovative progettate da una ditta labronica, a Livorno (una delle prime città in Italia) anche chi è in sedia a rotelle può fare surf. Rigolo ha concluso l’incontro con la stampa illustrando il progetto che Sil sta siglando con Inail per le uscite in barca per gli invalidi del lavoro della Toscana. Inail si farà carico delle spese degli invalidi del lavoro. Alla conferenza stampa di questa mattina, oltre a Claudio Rigolo e a Valerio Vergili hanno partecipato l’assessore comunale allo Sport Maurizio Bettini, Gianni Giannone presidente provinciale CONI, il direttore dell’Inail Barbara Bonvini, Roberto Lippi dell’Autorità Portualedi Livorno(ente che ha fortemente sostenuto il progetto di “Primo Pensiero”, abbattendo le barriere architettoniche della banchina e realizzando lo scivolo di accesso al pontile). Presenti inoltre la consigliera comunale e presidente della Commissione Sport Dinora Mambrini e alcune volontarie di SIL.

SPORT INSIEME LIVORNO: Via della Cinta Esterna, 25 – 57122 Livorno, Tel. e Fax +39 0586 839911 – [email protected]

Riproduzione riservata ©

Photogallery

5 commenti

 
  1. # ivo di bodda

    Un plauso a tutti coloro che si impegano quotidianamente a far si che per i ragazzi meno fortunati non esistano barriere e dar loro la possibilita’ di fare cio’ che fanno gli altri.
    Questi sono eroi…..

  2. # Gianfranco Borghetti

    Sono queste le notizie che mi piace leggere!! Complimenti vivissimi a tutti coloro che hanno reso possibile questa bellissima iniziativa……. un abbraccio a Daniele, che non conosco personalmente ma al quale va tutta la mia solidarietà.

  3. # marco

    complimenti a tutti

  4. # memedesima

    grande!!!!!! è sempre un piacere poter leggere queste notizie.

  5. # Stefano

    Complimenti a tutti per il vostro lavoro!!!

I commenti sono chiusi.