Cecioni, campagna contro la violenza sulle donne

Mediagallery

Al liceo Cecioni si è parlato di violenza alle donne e femminicidio: “Siamo infatti consapevoli – spiega il dirigente De Puri – delle dimensioni del problema che richiede anche alle scuole di intervenire per promuovere tra i giovani i temi dell’uguaglianza di genere, del contrasto alle discriminazioni e del rifiuto di ogni forma di violenza”. Un centinaio di studenti ha così partecipato in aula magna a due incontri realizzati nell’ambito del progetto “Un segno sul corpo” promosso da Arci solidarietà Toscana: sollecitati dall’intervento dell’Associazione “Lui” e da alcuni filmati e documentari molto significativi e coinvolgenti gli studenti si sono confrontati su tematiche di forte attualità: la lotta allo stereotipo  maschile forte ed aggressivo. L’individuazione di un codice di comportamento basato sulla condivisione di alcuni valori, “oltre”  l’identità di genere: il rispetto dell’altro, l’attenzione all’altro, la cura dell’altro. Il problema educativo emergente posto dai modelli di riferimento della società contemporanea.
Un gruppo di studenti parteciperà poi ai laboratori per la realizzazione di un logo, una serie di slogan e un “codice di comportamento” per promuovere sul territorio una campagna di comunicazione sociale contro la violenza alle donne e contro ogni altra forma di violenza. E’ possibile vedere l’articolazione del progetto sul sito del liceo Cecioni-Sezione progetti in corso.

Riproduzione riservata ©