Vespucci, borse di studio in memoria della prof. Pastorelli

Mediagallery

Sono state consegnate, nell’Aula Magna gremita dell’ITC Vespucci, le borse di studio intitolate alla professoressa di lettere Maria Pastorelli, scomparsa all’inizio del corrente scolastico, dopo anni di sofferenze. Su iniziativa del fratello, dipendente della Cassa di Risparmio dell’Etruria e del Lazio, la scuola ha organizzato un concorso per poter assegnare i premi in denaro messi a disposizione dalla banca. Titolo del concorso era “Se sai, sei: la cultura ti fa crescere e ti cambia la vita” – numerosi i ragazzi che hanno partecipato, scrivendo componimenti di vario genere che sono stati poi valutati da una commissione formata da colleghe-amiche della defunta. Pur sottolineando che ogni elaborato è stato apprezzato per la sua freschezza e spontaneità, i tre primi classificati hanno davvero dimostrato una originalità particolare: Andrea Magonzi ha scritto una canzone, che ha fatto ascoltare in diretta al pubblico presente, sul valore della cultura per uscire dal “mucchio” ,Valentina Savi ha realizzato un video in bianco e nero e a colori, evidenziando come un mondo senza cultura non abbia colore  e Matteo Marraccini ha scritto più che un tema, un saggio, personalissimo, sulla sua interpretazione del “se sai, sei” e come la cultura gli abbia cambiato, non la vita, ma il modo di viverla. A loro i premi in denaro di cento, centocinquanta e duecentocinquanta euro, consegnati dalla signora Doriana Grassi per incarico dell’istituto bancario, insieme alla Dirigente Prof. Cristina Grieco e alla commissione esaminatrice costituita dalle prof. Sartori, Giulietti , Filippi e Lotti.

Riproduzione riservata ©