“Insieme per un goal”, campus estivo per disabili

Mediagallery

di Virginia Pedani

Il 7 aprile ha avuto luogo nei locali della Fondazione Livorno la conferenza stampa di presentazione del progetto “Tutti insieme per un goal 2015” e la successiva sottoscrizione del protocollo d’intesa che disciplina le varie attività. Il progetto nasce nel 2012 su iniziativa del Liceo “F.Cecioni” in collaborazione con l’Associazione “Disabilandia Onlus”, con l’obiettivo di rispondere alle esigenze e ai bisogni di ragazzi disabili, i quali al termine dell’anno scolastico restano privi di sostegno e molto spesso non hanno l’appoggio giornaliero dei genitori che lavorano.
Lo scopo principale dell’iniziativa che ha riscontrato negli anni sempre più successo, è dunque quello di organizzare per il periodo estivo una serie di attività ricreative (mare, riabilitazione equestre, campo scuola, piscina, uscite in barca, surf e tiro con l’arco), sia al mare che a scuola, per ragazzi con esigenze speciali, sotto la supervisione di educatori professionisti affiancati dagli studenti volontari del Liceo Cecioni (indirizzo Scienze Umane) nella veste di tutor ma soprattutto di amico.
“Il percorso è impegnativo e richiede volontà e pazienza, ma continua a dare grandi soddisfazioni sia ai ragazzi disabili che ai nostri studenti volontari – dice la professoressa Cecilia Semplici del Liceo Cecioni, principale sostenitrice di questo progetto – e non dobbiamo dimenticarci dell’indispensabile aiuto e sostegno che hanno dato le varie associazioni e istituzioni del territorio con vari tipi di contributi”.
Ritornando all’essenza del progetto, è importante sottolineare che il rapporto studente-ragazzo disabile è un rapporto di 1:1 che permette di realizzare una vera integrazione, utile anche agli studenti che si trovano a svolgere un’attività formativa in linea con il proprio percorso di studi.
“Incremento della partecipazione fino a ottanta ragazzi disabili, un maggior numero di associazioni di volontariato con esperienza nel campo della disabilità coinvolte nel progetto (Aipd, Anffas, Apodi, Libertas Runners Livorno, Disabilandia, Unicorno, L’isola che c’è) , un aumento delle scuole superiori partecipanti e la partecipazione di oltre cento studenti nella veste di tutor “– questi sono i “goal” per il 2015 – come spiega Riccardo Vitti, vicepresidente di Fondazione Livorno.
In aggiunta, la durata del Centro Estivo passa da quattro a otto settimane e da quest’anno si prevedono anche attività ludico-didattico-interculturali in un gruppo di bambini stranieri che frequentano le scuole del 2^Circolo Didattico “A.Benci”. Sono inoltre previste uscite di studenti con anziani delle RSA cittadine come Rsa Bastia/Passaponti, Rsa Pascoli-Villa Serena due volte a settimana. Esiste anche un gruppo Facebook per chi fosse interessato a tale iniziativa che si chiama “Tutti insieme per un goal”, e relativo indirizzo e.mail [email protected]. “Perché volontariato è fare rete con il cuore, costruisci un’estate migliore”

Riproduzione riservata ©