Il Cecioni alla ribalta stasera al Goldoni

Mediagallery

Continua, mercoledì 3 giungo, alle ore 21.30 in Goldonetta, con il Liceo Cecioni, la rassegna “Studenti alla Ribalta” organizzata dal Teatro Goldoni. Lo spettacolo Living Picture – quando i quadri iniziano a parlare, è il saggio finale del Laboratorio iniziato a fine gennaio: 30 ore dedicate alla parola, al gesto e all’emozione, in una sorta di “tableau vivant 2.0”. Arte, comunicazione, partecipazione. E’ stato creato un gruppo su Facebook dove i ragazzi stessi si sono taggati nei quadri alla ricerca dei loro personaggi. 64 studenti in scena, una decina fuori scena, 46 dipinti rappresentati. L’atmosfera è desacralizzante: che accadrebbe se al bar incontrassimo l’uomo della Creazione di Michelangelo? O se il nostro vicino di ombrellone fosse la Monnalisa? E se Van Gogh continuasse a tagliarsi l’orecchio nella vostra riunione di condominio? “Ci siamo divertiti ad analizzare il profilo psicologico dei personaggi congelati da anni in un gesto pittorico – spiega Valerio Della Torre del Liceo Linguistico, primo attore della Compagnia e colonna portante del Laboratorio da 5 anni, ora prossimo al suo esame di maturità – Anche loro, i dipinti, hanno una propria identità, una dignità da rivendicare: dunque scioperano.” E Ginevra Guarnotta del Liceo Artistico, anche lei maturanda e veterana del progetto laboratoriale, conclude: “Fare teatro è una potente valvola di sfogo per noi ragazzi, sempre pieni di idee e voglia di fare. In questi anni siamo cresciuti e abbiamo conquistato competenze nuove, stando in mezzo agli altri, vincendo tante paure, ma soprattutto: divertendoci.”

Dentro al museo ideale dei più celebri dipinti figurativi è quasi l’orario di chiusura. Le figure nel racconto dei quadri si staccano dallo sfondo e scendono per ribellarsi. Quale è lo stato dell’Arte? C’è bisogno di una rivoluzione? Si sta facendo buio. Non c’è più tempo per l’uomo vitruviano di Leonardo e le signorine di Avignone di Picasso, per i canottieri a colazione di Renoir e per la Colazione sull’erba di Manet, per le ballerine di Degas e per i cristallizzati di Seurat della ieratica Grande Jatte. I dipinti sono stufi di star fermi mentre vengono osservati da milioni di persone: si sentono in gabbia, stanchi di essere giudicati, criticati e spostati da un museo all’altro. E’ quasi mezzanotte. Al bar delle Folies-Bergère è in corso il simposio. Lo sciopero dei dipinti. Ma la Ronda di notte rischia di far saltare tutto.

Scritta e interpretata da Valerio Della Torre, Ginevra Guarnotta, Edoardo Degli Esposti, Davide Niccolini, Martina Camporeggi, Tobia Solfanelli, Martina Cesarini, Matteo Bicchierai, Sara Bruno, Matteo Demi, Aurora Piantanida, Alessia Nistico’, Isotta Bonvino, Bianca Pacini, Omar Lamouchi, Giulia Leonardi, Chiara Porcu, Matilde Nocita, Cristiano Di Cocco, Alessia Bacci, Carmen Basile, Sara Melita, Alessio Daini, Natalia Novi, Anastasia Bardi, Julia Barbini, Francesca Botrugno, Francesco Palamidessi, Sara Gorini, Veronica Di Pilla, Silvia Mercurio, Antonio Tranchino, Maria Rosaria De Falco, Sally Tonelli, Martina Uda, Raffaele Schiavo, Elisa Carrai, Martina Fatighenti, Patrizia Ward, Giulia Miceli, Mirella Morra, Federico Grigioni, Chiara Martano, Silvia Relli, Chiara Trastullo, Marina Cantini, Aurora Garzelli, Sarah Ortiz, Giacomo Nitti, Greta De Vanni, Marta Petracchi, Lorenzo Pari, Greta Greco, Laura Francini, Gaetano Faraone, Tamara Rutinelli, Rebecca Biancotti,Francesco Ferroni, Alice Onor, Giulia Ferrara, Aurora Garzelli, Matteo Ceccantini, Francesca Caporali, Demi Chmakova E Beatrice Di Meglio. Coordinamento Claudia Schiazza.

 

Info 0586.204237 Biglietteria aperta dalle 17( 0586.204290) Biglietto 5€

Riproduzione riservata ©