Ecco l’offerta didattica 2015/16. Cecioni a Rai 3

Mediagallery

di Giulia Bellaveglia

Dopo il successo della prima edizione arriva per questo anno scolastico il secondo appuntamento con Scuola e Città, per una progettazione territoriale integrata a sostegno della qualità dell’offerta formativa educativo-scolastica e della relazione educativa a scuola e in famiglia (leggi qui il Cecioni ospite su Rai 3 a “Pane quotidiano). Il programma di Scuola e Città 2015/2016 è stato presentato questa mattina in una conferenza stampa che si è tenuta presso il Palazzo Comunale e alla quale hanno partecipato la vicesindaca Stella Sorgente, la funzionaria responsabile Lilia Bottigli, la referente pedagogica Letizia Vai e due coordinatrici didattiche, Rossana De Velo e Lia Bracci. I progetti relativi a questa edizione, curati da C.R.E.D. (Centro Risorse Educative e Didattiche), C.I.A.F. (Centro Infanzia, Adolescenza, Famiglie), Comune di Livorno e Regione Toscana sono stati ampiamente illustrati in un catalogo completamente rinnovato nella veste grafica. La programmazione è articolata in due sezioni: la prima intitolata “Qualificazione ed innovazione dell’offerta educativo didattica” propone progetti realizzati da CRED, CIAF, associazioni, enti pubblici e privati ad evidenza pubblica, la seconda “Livorno città di…contesti di vita collettiva ed esperienze di apprendimento” propone percorsi atti a conoscere la città sotto tutti i suoi aspetti.

Alcune, tra le più importanti novità di quest’anno, per la prima parte, sono:

2015-10-12 13.46.30– Il progetto “Gioco scaccia gioco – contro le ludopatie” a cura di ASD Livorno Scacchi, che vede impegnati due campioni di fama mondiale, Michele Borghetti e Andrea Raiano, in un percorso didattico che cerca di contrastare la dipendenza dal gioco d’azzardo.

– “Crescendo-Creando-Scoprendo”, realizzato in collaborazione con la FIOFA (Federazione Italiana Organizzazione Festival d’Autore), che affronta il tema della didattica del linguaggio musicale.

– “Un Robot in classe”, per l’educazione e la didattica della robotica grazie alla collaborazione di Great Robotics, società collegata alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, e Kayser Italia.

– “Le parole son di tutti”, un’illustrazione dei poeti del Novecento, in collaborazione con l’Orto degli Ananassi;

– “Una scuola in circo”, progetto ludico-educativo per attivare in bambini e ragazzi processi di confidenza con se stessi e con l’altro/gli altri, la concentrazione, l’equilibrio, la partecipazione, in collaborazione con Società Coop. Koalaludo;

– “Taskent: dalla ricerca al narrato”, una riscoperta dei luoghi di Livorno attraverso gli occhi di un romanzo ambientato negli anni ’30, dello scrittore Enrico Campanella;

– “Artcounseling” e “Gaia” percorsi di formazione e laboratoriali-espressivi per il benessere e l’educazione alla consapevolezza globale e alla salute psicosomatica, a cura di Valeria Paoli/Simone Bassoli ARS NOVA.

20151012_120855Per la seconda parte si segnala invece “Fuori quadro: dal museo al teatro”, progetto che si articolerà con una visita guidata e animata al Museo Fattori (con la collaborazione della Compagnia degli Onesti) e una messa in scena dell’opera all’interno della diciottesima edizione della Rassegna “Dicembre, la scuola fa teatro”.

Per il tema l’educazione e la didattica del linguaggio teatrale, si segnalano due progetti “La scuola a teatro” e “Il teatro con la scuola” per i quali si ringrazia la Fondazione Teatro Goldoni.

Una grande attenzione è stata posta all’ abbattimento delle barriere degli stereotipi e del bullismo. In collaborazione con Arcigay sono stati realizzati numerosi progetti che mirano ad abbattere i pregiudizi verso bambini con genitori omosessuali. Altrettanto è stato fatto per quanto riguarda l’integrazione tra usi, costumi e culture di tutte le nazionalità presenti nelle scuole della città. L’offerta formativa di Scuola e Città 2015/2016 sarà presentata al pubblico in tre giorni del convegno “Tutti uguali, tutti diversi” in programma al Museo di Storia Naturale in via Roma 234 il 13, 20 e 27 ottobre, dalle ore 16.30 alle ore 19:00, dove tramite un progetto messo in atto nella scorsa edizione sarà principalmente illustrato come aiutare i bambini con disabilità.
“Lavoriamo per integrazione e mai per esclusione.” ha precisato la vicesindaca Stella Sorgente che in conclusione ha aggiunto “Una buona scuola è quella in cui l’offerta formativa si radica, si integra e si sviluppa nel territorio, con le risorse e le opportunità che questo è in grado di offrire. La città è infatti una sorta di grande aula a cielo aperto, di cui gli studenti imparano progressivamente a conoscere i luoghi dei lavori, delle culture, delle socialità e del governo e, insieme a essi, le persone che li rendono tali: in questo modo imparano a vivere da protagonisti e con consapevolezza il proprio tempo”.

Per l’educazione e la didattica del linguaggio teatrale, si segnalano inoltre i progetti “La scuola a teatro” e “Il teatro con la scuola” (comprensivi della rassegna di teatro per ragazzi, di laboratori e di formazione docenti), che si avvalgono anche della rinnovata collaborazione con la Fondazione Teatro Goldoni.
Per la parte relativa a “Educazione e didattica del linguaggio audiovisivo e cinematografico”, è previsto invece il progetto “Lanterne magiche: lo sguardo narrante” che vede la consolidata collaborazione tra gli assessorati all’Istruzione e alla Cultura del Comune di Livorno nella realizzazione di una rassegna cinematografica (presso “4 Mori” e “Il Grattacielo”) e di incontri propedeutici alla lettura del film per studenti e docenti, oltre a laboratori sui mestieri del cinema e a una nuova proposta di stage formativo scuola/lavoro per studenti, in collaborazione con Kinoglaz.
Per finire, per quanto riguarda la parte Educazione e didattica dell’arte, è presente il progetto “Parterre: parco artistico en plein air” atto a promuovere e a far conoscere il progetto collettivo di riqualificazione dell’area del Parterre di Livorno, attraverso il contributo di 30 artisti che qui installeranno una loro opera, in collaborazione con la Cooperativa Itinera.
All’interno della seconda sezione del catalogo, si segnala in particolare, tra i numerosi progetti presenti, “Fuori quadro: dal museo al teatro”, a cavallo fra le due tematiche “Livorno, città d’arte e di musei” e “Livorno, città di teatri”, progetto rivolto a bambini del Nido d’infanzia e a studenti delle scuole superiori, che si articolerà con una visita guidata e animata al Museo Fattori (con la collaborazione della Compagnia degli Onesti) e una messa in scena dell’opera all’interno della 18^ edizione della Rassegna “Dicembre, la scuola fa teatro”.
Grande attenzione viene inoltre riservate alle numerose tematiche legate a una società in continua evoluzione, attraverso i progetti di “Livorno, città di tutti”: “Azioni di empowerment educativo e sociale”, seminari e laboratori rivolti a studenti, genitori e insegnanti in collaborazione con l’Associazione Ippogrifo, sul tema della pedagogia familiare e “Capire e prevenire le discriminazioni”, iniziative rivolte alle scuole secondarie di 2° grado realizzate in collaborazione con Arcigay.
Al tema dell’integrazione e dell’inclusione è dedicata anche la tre giorni di convegno “Tutti uguali, tutti diversi” in programma al Museo di Storia Naturale in via Roma il 13, 20 e 27 ottobre, dalle ore 16.30 alle ore 19, che vede operare in sinergia scuola, associazioni e istituzioni, con percorsi e progetti atti a promuovere una piena inclusione scolastica e sociale di tutti gli studenti che hanno bisogni educativi speciali.
Grande soddisfazione per il programma “Scuola e Città” è stata espressa da Stella Sorgente. “Una buona scuola – ha detto la vicesindaca – è quella in cui l’offerta formativa si radica, si integra e si sviluppa nel territorio, con le risorse e le opportunità che questo è in grado di offrire. La città – ha continuato – è infatti una sorta di grande aula a cielo aperto, di cui gli studenti imparano progressivamente a conoscere i luoghi dei lavori, delle culture, delle socialità e del governo e, insieme a essi, le persone che li rendono tali: in questo modo imparano a vivere da protagonisti e con consapevolezza il proprio tempo”. “Con il programma “Scuola e Città 2015/16”, l’Amministrazione comunale rinnova dunque il suo impegno al fianco delle istituzioni scolastiche e delle famiglie – ha concluso la vicesindaca – con percorsi in grado di sostenere gli studenti di ogni età a vivere la città da cittadini consapevoli, rispettosi e attivi”.

Riproduzione riservata ©