Riscaldamento, così il Comune risparmierà un milione

Innovazioni tecnologiche per la riduzione degli sprechi e iniziative di sensibilizzazione green per gli studenti

Mediagallery

Un risparmio da subito per il Comune di Livorno di quasi 1 milione di euro, oltre Iva, per il riscaldamento e produzione di acqua calda in 51 uffici comunali e nelle scuole. E un grosso risparmio in prospettiva, grazie a migliorie degli impianti e a servizi aggiuntivi tesi alla riduzione dei consumi. E’ l’importante risultato della nuova gara di appalto che si è conclusa venerdì 26 settembre con un ribasso d’asta del 22,09% rispetto all’importo di gara 5 milioni di euro oltre Iva per i 5 anni calcolato sulla base della convenzione Consip.
Ad aggiudicarsi il Servizio Integrato Energia di durata quinquennale (2014-2019) per gli immobili comunali, è stata la ditta Siram SpA in associazione con Modus FM.
Oltre a gestire gli impianti termici e a occuparsi della manutenzione, la ditta metterà in opera, per un valore di circa 820 mila euro nei cinque anni, una serie di interventi di riqualificazione tecnologica degli impianti e di efficientamento energetico degli edifici, preceduti da diagnosi per individuare dove si localizzano le maggiori dispersioni di calore. I lavori saranno prioritariamente rivolti alla conversione delle centrali termiche da gasolio a metano, già a partire dal 2015, con evidenti vantaggi per l’ambiente. Inoltre sarà effettuata una campagna di indagini conoscitive per individuare sia i lavori di efficientamento energetico più compatibili con le caratteristiche dell’edificio, sia per fornire agli uffici tecnici comunali una serie di dati per le verifiche strutturali di scuole e uffici. La gestione degli impianti sarà resa più efficiente ed economica attraverso l’introduzione della telematica, ossia un sistema di collegamento remoto alle centrali termiche che consente l’accensione e lo spegnimento “da computer” delle caldaie, oltre che la risoluzione a distanza di alcuni tipi di malfunzionamento.
Inoltre è previsto che il vincitore metta in campo una serie di iniziative di sensibilizzazione dei cittadini verso le tematiche di risparmio energetico e quindi di tutela ambientale. La ditta intende, a questo proposito, organizzare una sorta di “campionato” (green building competition) rivolto agli alunni delle scuole livornesi che premierà la scuola che, alla fine dell’anno scolastico, avrà ottenuto la maggior riduzione dei consumi. A questo si aggiunge una sponsorizzazione di 60 mila euro per iniziative culturali che il Comune di Livorno deciderà di intraprendere.
Sul bando di gara hanno lavorato in sinergia più uffici tecnici del Comune per far sì che la gara non fosse solo aggiudicata in base al prezzo offerto, ma anche valutando una serie di migliorie; questo, con l’obiettivo di avere un servizio non solo efficiente ed economico, ma anche teso alla tutela ambientale. Gli uffici hanno anche elaborato un meccanismo innovativo per calcolare il canone, secondo una formula che, in modo automatico, ne riduce l’importo ogni volta che la temperatura nei locali scende al di sotto della soglia minima consentita dalla normativa. Questo allo scopo di stimolare la ditta a fare sempre del proprio meglio, pena la decurtazione del canone oltre che l’applicazione di specifiche penali.

Riproduzione riservata ©