Progetto comenius, l’Europa all’Iti

Mediagallery

Nell’ambito delle attività relative al Progetto Comenius, promosso dall’Agenzia Nazionale Longlife Learning Programme, l’istituto Tecnico industriale “Galilei” è orgoglioso di ospitare 43 partner provenienti da sei nazioni europee: Spagna, Portogallo, Lituania, Romania, Lettonia e Svezia dal 20 al 25 marzo. Le azioni Comenius puntano ad aiutare i giovani e il personale docente a promuovere una aperta mentalità europea attraverso gli scambi, le mobilità di docenti e studenti, e soprattutto la  cooperazione tra istituti scolastici di diversi paesi.
Il progetto Comenius dell’Iti Galilei denominato ” Water…the Life of my River, my Life” e’ un progetto di durata biennale nato nel settembre 2012, e vuole sviluppare la conoscenza e la comprensione della diversità culturale e linguistica europea a partire dalla scoperta, analisi e condivisione dell’ importanza dell’acqua. Attraverso questo tema, di vitale importanza per ciascuno, vengono veicolati altri importanti valori, tesi a consolidare nei nostri giovani competenze necessarie per la vita futura, alla conquista della cittadinanza europea attiva.
L’Iti ospita ben 25 insegnanti e 18 studenti europei che avranno la possibilità di conoscere “dal vivo” i nostri stili educativi, il nostro accogliente territorio, la nostra comunità e la nostra cultura.
Il meeting infatti prevede un ricco e variegato programma e per la buona riuscita dell’evento si sta mobilitando l’intera comunità scolastica. Sono previste molteplici visite guidate attraverso i beni culturali che offre la nostra città , soprattutto quanti siano legati al tema Acqua.
Il cuore del meeting ha luogo il 21 marzo con una giornata interamente dedicata allo scambio tra i docenti e gli studenti ospiti sul tema acqua e tecnologia. La macchina organizzativa ha predisposto nei dettagli un programma che prevede, dopo la cerimonia d’apertura con un saluto musicale degli studenti della prestigioso Istituto Mascagni di Livorno, il saluto della Dirigente scolastica, Prof.ssa Giuliana Ficini e la presentazione della scuola. Al coordinatore internazionale del Progetto, lo spagnolo Josep Blasco, il compito dei saluti di rito ai delegati delle diverse nazioni.
Seguiranno gli interventi dei vari docenti responsabili del Progetto proff. Degan Maddalena , Lombardo Rossella ed Agen Federico e le presentazioni dei materiali elaborati dagli studenti coinvolti nel progetto. A seguire una visita accurata del nostro Istituto sotto la guida del gruppo studenti-tutor, ai quali vanno i ringraziamenti di tutti per l’impegno profuso in questi due anni e soprattutto durante i preparativi di questo evento. Per la durata del meeting , condivideranno con i loro “colleghi” stranieri, attività e impegni, veicolando informazioni istruzioni e programma in inglese.
Alle ore 19.30 di ieri sera, presso il Punto di ristoro d’istituto, è già stata consumata una cena italiana preparata con gli ingredienti più tipici del nostro territorio e attraverso le ricette della tradizione livornese e toscana.
Ci auguriamo che l’evento possa ancora una volta rafforzare l’appartenenza ad una comunità più grande, l’Europa, dandoci l’opportunità di realizzare un vero scambio tra le diverse realtà e culture , per crescere in un’ottica più favorevole all’integrazione e alla realizzazione di una concreta solidarietà.
Siamo particolarmente grati del sostegno affettuoso e costruttivo che i genitori hanno offerto, rendendosi disponibili soprattutto con l’accoglienza, nelle proprie abitazioni, dei ragazzi europei. Un segnale questo, che le famiglie continuano ad essere il nucleo fondante per la crescita dei loro figli e che in questo Istituto collaborano in modo fattivo proprio grazie alla modalità non autoreferenziale con la quale la Dirigente, i docenti e tutto il personale della scuola lavorano al processo di formazione e maturazione di tutti gli studenti.

 

Riproduzione riservata ©