Gli studenti del Vespucci a tu per tu con l’Antartide

Mediagallery

E’ partito quest’anno ed  è una esclusiva dell’Itc Vespucci  il “Progetto Antartide”, un nuovissimo progetto nato la scorsa estate una scuola estiva per insegnanti ( Spes) organizzata in Valle d’Aosta da Miur e Mna (Museo Nazionale dell’Antartide ) al termine della quale ogni partecipante ha elaborato un progetto di disseminazione delle scienze polari da integrare nella propria programmazione.

Questo progetto, introdotto all’Itc dalla professoressa Marianna Daniele, che anche fra gli studenti sta riscuotendo notevole interesse, vivrà prossimamente due momenti clou: il primo è una videochat collettiva dall’aula magna del Vespucci con Base Mario Zucchelli in Antartide intorno a metà gennaio ( classi 1E, la 2 H e la 2D ) durante la quale 6 alunni potranno dialogare direttamente con i ricercatori del Programma Nazionale Ricerche in Antartide.
Il 4 marzo invece le stesse classi si recheranno a Siena per visitare una delle sedi del Mna e partecipare a dei laboratori didattici appositamente preparati per loro.

Il Progetto Antartide – Il progetto prevede due fasi: la prima  è costituita da una serie di attività didattiche di approfondimento della conoscenza dagli ambienti polari con particolare riferimento al continente antartico. Queste tematiche sono state affrontate sia con lezioni frontali che con attività laboratoriali . Lo scopo dell’azione didattica è  quello di ampliare la conoscenza geografica di queste regioni e di far capire come la ricerca scientifica lì condotta può far comprendere alcuni fenomeni globali ( in particolare i cambiamenti climatici). Per fare questo gli alunni sono in contatto con i ricercatori del MNA che si trovano attualmente in Antartide ( attraverso e-mail, Skype e il blog Fabulous Antarctica) e di cui hanno seguito tutta la preparazione alla XXX Spedizione Italiana in Antartide ancora prima della loro partenza ad ottobre. Per finire gli alunni hanno potuto effettuare ricerca in Antartide personalmente attraverso un’ applicazione che permette il monitoraggio di colonie di pinguini in Antartide in maniera remota dal PC ( con un’attività didattica elaborata ad hoc e approvata da Miur e Mna denominata ” contiamo i pinguini”).

La seconda fase del progetto ha coinvolto le scuole medie con lo scopo di creare un raccordo nel curriculum verticale. 30 alunni provenienti dalle 3 classi del Vespucci,  hanno formato un gruppo  chiamato Studenti_Pinguini che ha imparato a realizzare delle attività didattiche da presentare nelle scuole medie e a gruppi di 5-6 per vota hanno accompagnato la professoressa Daniele in una decina di scuole medie del comune di Livorno per svolgere delle lezioni sulla geografia del continente antartico. Alcune delle classi delle scuole medie coinvolte parteciperanno ad una conferenza-incontro  ( il 15 gennaio ) organizzata proprio per loro sul tema dei cambiamenti climatici , presentata del professore Carlo Alberto Ricci, presidente del  Mna.
Infine nel progetto è stata coinvolta anche la 5 B pcp del Colombo, che ha realizzato il materiale grafico e un clip video sul progetto.

 

Riproduzione riservata ©