Gli studenti dell’Iti scrivono e recitano per Simone

Mediagallery

Lunedì 14 dicembre, alle 21, sul palco del “Nuovo Teatro delle Commedie” verrà rappresentato ”Non conta essere forti, conta saper giocare”, una sceneggiatura interamente scritta e pensata dagli alunni del laboratorio teatrale dell’Iti Galilei per rendere omaggio al compagno  Simone Brilli, scomparso lo scorso anno ma sempre presente nei cuori dei compagni.

“Non conta essere forti, conta saper giocare” è un viaggio nel vuoto, nella nostra strada, fatta di polvere e piccoli sassi che messi in fila vanno a costituire la traiettoria del pensiero.
Che cos’è il vuoto? Come riempirlo? Cosa resta di una mancanza?

brilliPoche domande. Una costante guerra interiore, una melodia antica vestita di rosso, un pallone, il ricordo, continuare a stare insieme. Forse non c’è una soluzione e neanche un finale per questa storia ma resta la voglia di non dimenticare.

“Non conta essere forti, conta saper giocare” è dedicato a chi ha perso qualcosa o qualcuno, ma soprattutto è dedicato a Simone.

Lo spettacolo, che partecipa alla XVIII edizione della rassegna  “Dicembre, la scuola fa teatro” e gode del contributo finanziario della Fondazione Livorno, ha come scopo quello di raccogliere offerte che i genitori di Simone devolveranno in beneficenza.

 

 

 

Riproduzione riservata ©