Gli studenti del Cecioni alla prova del lavoro

Mediagallery

Presentazione al Liceo Cecioni dei progetti che orientano gli studenti al mondo del lavoro, con la presenza di diversi turor aziendali che hanno confermato l’importanza della collaborazione con la nostra scuola. In primo luogo gli studenti hanno presentato i percorsi di Alternanza scuola lavoro realizzati quest’anno, “un’occasione – come hanno detto- che la scuola ci offre per farci confrontare con diversi contesti lavorativi, aiutandoci a capire quali sono i nostri interessi ed i nostri punti di forza e di debolezza e, soprattutto, mettendoci in grado di costruire il nostro futuro rispetto ai bisogni ed alle opportunità sul territorio”. Poi si è passati al Progetto Fixo per il quale quest’anno la scuola ha offerto in via sperimentale un servizio di orientamento ed intermediazione al lavoro a 50 studenti grazie alla collaborazione con il Centro studi della Camera di commercio. Diversi sono stati i temi affrontati nei molteplici incontri: come si cerca lavoro, il mercato del lavoro, l’autoimprenditorialità, cosa sono Giovani sì e Garanzia giovani, quali sono i diversi portali per il lavoro a livello locale ed europeo. Sono inoltre stati fatti proprio a scuola due colloqui di lavoro, per cui un gruppo di studenti d’estate realizzerà una vera e propria esperienza lavorativa in diverse località turistiche, dal lago di Garda a Bracciano, oltre che sul territorio. “Adesso – ha concluso il Dirigente De Puri- dobbiamo garantire questo servizio di placement a scuola anche nei prossimi anni scolastici in modo stabile, viste le preziose competenze acquisite dai docenti impegnati in Fixo”. Infine gli studenti hanno presentato Impresa in azione JA: mettendo insieme competenze artistiche e pedagogiche, studenti delle classi IV C Liceo Scienze umane e III A Liceo artistico hanno creato l’impresa Freegame JA e prodotto “G&G”, una attività didattica ambientata a Livorno che tratta il tema della diversità, particolarmente attuale nel nostro paese e nella nostra città. Nella storia del gioco i personaggi sanno superare le diversità diventando capaci di aiutarsi reciprocamente. Questo avviene grazie al processo di identificazione con i personaggi (l’orso, il passerotto, il gufo, il leone, il castoro e le scimmie) trasferendo poi i comportamenti acquisti nella vita sociale di tutti i giorni

Riproduzione riservata ©