Enriques, un liceo sportivo senza latino e arte

Non verranno inoltre insegnati, oltre latino anche disegno e storia dell'arte, per dare così maggior credito alle materie di natura scientifica.

Mediagallery

di Francesco Pozzi

Un liceo scientifico a “cinque cerchi” ovvero orientato sullo sport praticato ma anche su quello manageriale. Il Liceo Sportivo dell’Enriques si è finalmente presentato in veste ufficiale dopo un anno di sperimentazione. All’interno dell’aula magna dell’istituto di via della Bassata si sono accesi i riflettori sulla cerimonia di inaugurazione del nuovi indirizzo.
Questa nuova organizzazione degli studi prevede che oltre agli sport praticabili sul campo e in prima persona dagli alunni durante le ore di lezione, ossia atletica leggera, pallacanestro, baseball, softball, nuoto e scherma, si aggiunga anche un’altra materia a partire dal triennio. Una materia che potrà dare spunti importanti agli studenti del liceo: il diritto sportivo, in modo che i giovani  possano avere anche degli sbocchi futuri per addentrarsi nel mondo della competizione agonistica non solo come atleti praticanti, ma anche come dirigenti e manager sportivi. Non verranno inoltre insegnati latino e disegno e storia dell’arte, per dare così maggior credito alle materie di natura scientifica.
Infine, come l’anno scorso, gli studenti potranno vantare anche la partecipazione ad eventi con presenza di ospiti del tutto speciali, come ad esempio i migliori esponenti sportivi (anche a livello olimpionico) della provincia.
Presenti alla cerimonia di presentazione ufficiale hanno preso parola il dirigente scolastico Simonetta Costagliola, la vicesindaco Stella Sorgente, il presidente del consiglio comunale Giovanna Cepparello, oltre che Leonardo Tocchini dell’ufficio sportivo di Livorno e da Paolo Corrieri, delegato Coni per la provincia di Livorno.

Riproduzione riservata ©