Asili, controlli delle domande: scoperti 16 falsi disoccupati

Mediagallery

Nidi e servizi educativi 0/3: lunedì 20 luglio saranno pubblicate sul sito del Comune www.comune.livorno.it (Educazione e Scuola) e nell’ufficio Educazione e Sport (via delle Acciughe 5) le assegnazioni secondo l’ordine numerico delle domande e distinte per fasce di età (Piccoli, Medi, Grandi).

L’elenco delle assegnazioni indica il servizio educativo (Nido, Spazio gioco, Servizio domiciliare) comunale o privato convenzionato a cui il bambino è stato assegnato.
L’elenco – in cui non appare il nome dei bambini, sostituito dal numero di domanda – inoltre riassume i passaggi del procedimento riportando, per ogni domanda accolta, il punteggio provvisorio (pubblicato con la Lista dei Richiedenti), il punteggio definitivo (attribuito a seguito di controlli e riesami), le preferenze espresse al momento della presentazione della domanda.

Da lunedì 20 a venerdì 24 luglio, per accettare il posto assegnato, i genitori devono entrare in possesso dell’Attestato di ammissione (come indicato nel bando).

Si ricorda che la Commissione tecnica appositamente istituita per l’accesso ai Servizi educativi 0/3, esaminate le istanze di riesame -circa l’accoglimento della domanda e l’attribuzione del punteggio- presentate dai Richiedenti (genitori o tutori legali dei bambini) iscrizione per l’anno educativo 2015/16, ha pubblica gli esiti del proprio riesame da giovedì 16 luglio 2015 nella rete civica (www.comune.livorno.it) e presso il Settore “Educazione e Sport” del Comune (via delle Acciughe 5) .

Le Richieste di riesame pervenute sono state in totale 8 (su 739 domande di prima nuova iscrizione presentate); 3 hanno avuto esito positivo ed hanno dato luogo a modifiche nel punteggio attribuito in prima istanza dalla Commissione; le restanti n.5 hanno avuto esito negativo e la Commissione ha confermato il punteggio attribuito in prima istanza.

La Commissione tecnica ha inoltre verificato, con controlli effettuati dagli uffici comunali, le dichiarazioni (inerenti condizione familiare, occupazionale e sanitaria) sottoscritte da coloro che hanno presentato domanda.

· Stato disoccupazione: su 254 dichiarazioni sono stati effettuati altrettanti controlli: in sedici casi è stato verificato che la dichiarazione non corrispondeva a realtà e che quindi in 16 persone avevano dichiarato di essere privi di lavoro per usufruire di un maggior punteggio

· Lavoro autonomo: su 184 dichiarazioni sono stati effettuati 102 controlli (finora) tutti con esito positivo; per gli altri ulteriori controlli avviati, gli uffici comunali sono in attesa delle risposte da Camera di Commercio e Inps

· Presenza di altri figli minorenni conviventi: ben 322 dichiarazioni e altrettanti controlli. In questo caso due di queste sono risultate mendaci

· Presenza di altri figli minorenni non conviventi: 22 dichiarazioni  e tutte positive.

· Presenza di condizioni sanitarie collegate a punteggio: su 50 dichiarazioni altrettanti controlli di cui 10 riscontrate non veritiere

· Disagio sociale:  68 dichiarazioni e altrettanti controlli (per 20 dichiarazioni condizione non applicabile).

Riproduzione riservata ©