Aamps e Iti insieme per la gestione dei rifiuti

Mediagallery

Domande stimolanti su come funziona nel dettaglio il ciclo dei rifiuti. Suggerimenti su come potrebbe essere ulteriormente migliorato il servizio di raccolta dei materiali. Massima disponibilità ad entrare a far parte dei gruppi di lavoro in materia di comunicazione con i cittadini. Gli studenti del triennio dell’indirizzo ambientale dell’Istituto Tecnico Industriale “G. Galilei” di Livorno hanno confermato le aspettative della vigilia rendendo a dir poco stimolante l’incontro con i tecnici del Comune e di Aamps Spa che si è svolto quest’oggi nei locali della scuola nella via omonima. Programmato per permettere agli allievi di approfondire le tematiche su cui stanno concentrando gli ultimi anni delle superiori, l’appuntamento è stato incentrato per una prima parte introduttiva sulle normative vigenti per la salvaguardia dell’ambiente e sulla sicurezza dei luoghi di lavoro. A seguire si è parlato dell’igiene e del decoro cittadino con i ragazzi che hanno anche segnalato situazioni di degrado e inciviltà meritevoli di interventi congiunti Comune-Polizia Municipale-Azienda. Proprio su quest’aspetto le varie indicazioni, riguardanti soprattutto alcune strade del centro e dei rioni a nord-est del territorio comunale, sono state raccolte e inoltrate ai Servizi per attivare gli eventuali interventi di ripristino delle migliori condizioni. In più è stato concordato che saranno realizzati dei sopralluoghi mirati con gli allievi che fotograferanno le aree in questione andando poi a produrre una relazione completa su quanto effettivamente registrato.
“Mi aspettavo la classica lezione informativa su quanto accade a Livorno in tema di rifiuti – commenta Simone Silvestrini, 17 anni – e invece sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla volontà delle istituzioni di coinvolgerci per renderci effettivamente protagonisti di un percorso di cambiamento in atto per migliorare la qualità della vita delle persone. Mi auguro che prossimamente ci venga anche data la possibilità di approfondire ancor di più quanto abbiamo discusso e, perché no, vedere realizzati in concreto anche alcuni dei nostri progetti su cui stiamo lavorando in classe”.
Al termine dell’incontro gli allievi hanno scaricato con gli smartphone la app di Aamps impegnandosi all’utilizzo dello strumento informatico per inviare foto e filmati che rappresentino situazioni di inciviltà da stigmatizzare. Per informazioni/adesioni: numero verde 800-031.266; cell. 335/6983452 – 335/7125655; www.aamps.livorno.it; [email protected]; app/facebook/twitter (“Aamps Livorno”).

Riproduzione riservata ©