138mila euro per la sicurezza in scuole e Rsa

Mediagallery

La Giunta Comunale ha approvato, nei giorni scorsi, due progetti di interventi destinati a migliorare la sicurezza di alcune strutture comunali rispetto al rischio incendio, per una spesa di 138mila euro.
Gli edifici interessati sono destinati a servizi rivolti alla prima infanzia e agli anziani, certamente fra le categorie di cittadini più sensibili a questo tipo di rischio. Gli interventi sono stati stabiliti anche in ottemperanza a recenti disposizioni in materia di prevenzione incendi negli asili nido, entrate in vigore a fine agosto 2014.
Un primo pacchetto di interventi, del valore complessivo di 90mila euro, è destinato principalmente all’asilo nido Santelli, per lavori sia di edilizia che di impiantistica, in particolare per la realizzazione di un impianto di rivelazione, segnalazione e allarme incendio, e per il miglioramento delle compartimentazioni. Anche alla scuola materna La Giostra sono previste alcune opere di compartimentazione, a completamento dei requisiti antincendio dell’edificio.
Il secondo progetto, dell’importo complessivo di 48mila euro, riguarda invece una serie di interventi di natura sia edilizia che impiantistica presso la RSA Passaponti, per ottemperare ad alcune prescrizioni impartite dal locale comando dei vigili del fuoco, in modo da conferire al fabbricato e agli impianti requisiti in linea con i più moderni standard in materia.
L’impegno dell’Amministrazione prevede inoltre l’esecuzione di interventi di miglioramento dei requisiti tecnico-funzionali delle cucine di due asili nido, lo Zerotre e il Pirandello, che saranno riqualificate per quanto riguarda sia le caratteristiche di protezione al fuoco delle pareti che dei relativi impianti elettrici. Grazie alla disponibilità del Settore Educazione e Sport e dei gestori delle due strutture, nonché all’impegno degli uffici tecnici e delle ditte appaltatrici, i lavori alle due cucine saranno eseguiti nel periodo delle festività natalizie allo scopo di ridurre al minimo il disagio per chi usufruisce del servizio.

Riproduzione riservata ©