Salvare i bambini dal soffocamento, due incontri formativi nelle scuole

Mediagallery

Negli ultimi anni la comunità medica internazionale ha evidenziato l’importanza della diffusione della conoscenza delle manovre di primo soccorso tra la gente comune allo scopo di evitare che alcune situazioni diventino irreversibili. Basti pensare alla nostra quotidianità e riflettere su quante siano le possibilità che in caso di incidente o malessere il primo a passare nei paraggi possa essere un medico o un infermiere. In virtù di questa considerazione, sarà di sicura utilità l’apprendimento delle manovre di disostruzione pediatrica da applicare in caso di necessità: pensate che ogni anno in Italia 50 famiglie sono distrutte dalla morte di un bambino per soffocamento da corpo estraneo.
Secondo i dati ufficiali dell’ISTAT il 27% delle morti classificate come “accidentali”, avviene per soffocamento causato da inalazione di cibo o di “corpo estraneo” (palline di gomma, prosciutto crudo, insalata, caramelle gommose, giochi, la polpetta e hotdog etc.). Ma la causa principale è che chi li assiste nei primi momenti di solito non è preparato a queste manovre, e può causare conseguenze disastrose quali quella di tentare di afferrare direttamente il corpo estraneo nella bocca con le dita o di scuotere vigorosamente il bambino tenendolo per i piedi. La mancanza di competenze può essere quindi dannosa. In cosa consiste l’incontro formativo? ! Il Centro di Formazione Salvamento Academy di Livorno, coordinato dallo Studio Infermieristico Cecchetto, struttura formativa presente da diversi anni sul nostro territorio, con esperienza pluriennale nella formazione nel primo soccorso ha capito che l’illustrazione di queste semplici manovre con una successiva dimostrazione pratica, serve quanto meno a dare la consapevolezza che piccole azioni, eseguite consapevolmente, possono salvare una vita. L’1 e 2 aprile verranno organizzati due incontri formativi in due scuole dell’infanzia, la Fondazione San Carlo Borromeo e la scuola dell’infanzia Pestalozzi.
Luca Cecchetto, direttore del Centro di Formazione di Livorno-Cecina afferma: “Il nostro grande impegno nella diffusione della conoscenza, oltre a portare con sé un messaggio etico sul valore della vita, apre la mente all’approccio all’emergenza tra la popolazione, rendendo più consapevoli e preparate tutte quelle persone che vivono o lavorano accanto ad un bambino e che dovrebbero sempre sapere come comportarsi in caso di bisogno”.  Se interessati ad approfondire questa iniziativa gratuita potete contattare i seguenti riferimenti:

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA CENTRO DI FORMAZIONE LIVORNO-CECINA STUDIO CECCHETTO

Tel. 0586-896515 cell. 339-2616951

[email protected]

www.studioinfermieristicocecchetto.it

www.salvamentoacademy.it

Riproduzione riservata ©