Salute. Il dottor Niccoli parla di prevenzione al circolo Pio X

Mediagallery

Per il ciclo di iniziative dedicate ai temi della salute e organizzate dall’Acli provinciale, si è svolto giovedì 26 maggio al circolo Pio X di Borgo Cappuccini un incontro con il dottor Giovanni Niccoli,
responsabile della Divisione di Gastroenterologia dell’Ospedale e ritenuto una delle eccellenze del nosocomio di viale Alfieri, dirigendo una struttura basilare per la prevenzione dei tumori. Introdotto dal presidente provinciale delle Acli dottor Antonio Melani, il dottor Niccoli ha parlato dell’importanza della prevenzione che può definirsi primaria e secondaria. La prima è legata a fattori importanti come una sana alimentazione che ha nella dieta mediterranea (mangiare spesso
frutta e verdura) un presupposto validissimo e scientificamente dimostrato; opportuno poi uno stile di vita adeguato, valutando fattori di rischio come fumo e alcol. Cose magari risapute, ma spesso
sottovalutate e che è bene ricordare, come ha puntualizzato il dottor Niccoli sottolineando che deve essere presente in ognuno il senso della consapevolezza della parola prevenzione, viatico per l’allungarsi delle aspettative di vita.

Ma per prevenzione deve intendersi anche un controllo periodico del nostro organismo soprattutto con l’avanzare degli anni. Ecco allora le campagne di screening per la prevenzione dei tumori del colon retto, quarta causa dei decessi per patologie maligne. Dal test per la ricerca del sangue occulto nelle feci, gratuito e rivolto alla fascia di età tra i 50 e i 70 anni, ad esami come la colonscopia, strumento diagnostico tra i più efficaci ed importanti anche per la rimozione di polipi che
se, tolti tempestivamente, azzerano praticamente la possibilità di recidive e di degenerazioni. La colonscopia, tra l’altro, si avvale oggi di metodiche di sedazione che annullano durante l’esame fastidi e dolori che spesso provocano nei pazienti paure e timori. Al termine, il dottor Niccoli, cortese e disponibile come del resto lo è sempre quando è in ospedale col camice bianco, ha risposto alle domande dei numerosi presenti.

Riproduzione riservata ©