Cede contro-soffitto in Rianimazione

Mediagallery

Un colpo di vento anomalo causato da una virata non usuale da parte dell’elicottero di soccorso del 118, Pegaso, che ha dovuto fronteggiare una raffica di vento molto forte. E’ questo, stando ad una ricostruzione dei fatti fornita dai tecnici dell’ospedale, il motivo per cui nella notte tra martedì 22 e mercoledì 23, durante una forte libecciata che si era scatenata su Livorno, sono crollati due pannelli di cartongesso all’interno di una stanza vuota (per fortuna) del reparto di Rianimazione dell’ospedale di viale Alfieri, reparto che si trova proprio sotto alla pista di atterraggio dell’elisoccorso del 118. Secondo quanto ricostruito sarebbe stata una finestra aperta (o danneggiata dalla libecciata) a far entrare una folata di vento causata dallo spostamento d’aria derivato dalla manovra di Pegaso, a far crollare su di un letto e nella stanza riservata alle malattie infettive due lastre di cartongesso.
Dell’incidente, accaduto appunto alcuni giorni fa, si è saputo soltanto in queste ultime ore. Dall’ospedale rassicurano che fortunatamente non c’è stato nessun ferito o coinvolto in questo crollo e che la stanza era completamente vuota.
Un evento fortuito derivato da più concause: forte vento, manovra insolita dell’elicottero di soccorso, finestra aperta o danneggiata e contro-soffitto che cede.
Il danno, dicono sempre dall’ospedale, è stato prontamente riparato sia per quanto riguarda la finestra che per quanto riguarda il soffitto.

Riproduzione riservata ©