Oltre 500 persone al Villaggio dei Medici Lions

Mediagallery

Anche la meteorologia si è inchinata alle esigenze della prevenzione sanitaria. Nonostante le previsioni che minacciavano pioggia, infatti, oltre 500 livornesi hanno visitato il Villaggio dei Medici Lions in Piazza allestito dal CISOM domenica alla Rotonda approfittando, grazie all’imprevisto sole, dell’appuntamento annuale che il LIONS CLUB LIVORNO HOST dedica alla condivisione colla città delle proprie professionalità mediche soprattutto per permettere anche a chi, data la crisi, non se lo può più permettere, ciò che invece dovrebbe essere prioritario: volersi bene e prevenire le malattie.

Ben 365 le visite specialistiche effettuate dalle 10 alle 19 nelle seguenti specializzazioni: Controllo pressione, Misurazione del Colesterolo nel sangue, Cardiologia con elettrocardiogramma (grazie al supporto dell’Associazione Livornese Amici del Cuore), Ecografia tiroidea  (col supporto della Associazione per la lotta al tumore della tiroide), Oculistica, Dermatologia, Ortopedia, Neurologia, Pediatria, Nefrologia, Odontoiatria e Psichiatria.

L’apprezzamento dei cittadini che hanno approfittato dell’occasione si è manifestato in offerte che permetteranno ben 1.608 vaccinazioni antimorbillo nel mondo all’interno dell’apposita Campagna dei LIONS One Shot One life (Una Iniezione Una Vita) assieme a Bill Gates della Microsoft (che dona un ulteriore vaccino ogni somministrazione pagata dai LIONS): negli ultimi 5 anni grazie a questa iniziativa la mortalità infantile per morbillo nel mondo è scesa di 100 unità.

Poco prima di pranzo il villaggio è stato visitato anche dall’assessore Ina Dhimjini per confermare il patrocinio del Comune, mentre l’ASL aveva manifestato il proprio appoggio coi propri specialisti che si sono affiancati a quelli soci LIONS.

La manifestazione che approssima la conclusione del 60° anno di vita del LIONS CLUB LIVORNO HOST e l’inizio dei 100 anni di esistenza dei LIONS nel mondo, si svolgeva in analogia a quanto in corso in tutta la Toscana ed in ripetizione di quanto avvenuto già nel 2015: per gestirla in campo una quarantina di persone fra soci LIONS e loro parenti od amici, fra cui anche due delle studentesse premiate dal LIONS club per il loro successo negli studi, Giorgia  Dell’Innocenti ed Annalisa Vitale.

Riproduzione riservata ©