Meningite, fuori pericolo il 32enne carrozziere

Mediagallery

Relativamente al caso del giovane livornese di 32 anni ricoverato venerdì scorso per meningite da pneumococco, si rende noto che grazie ai trattamenti cui è stato sottoposto, l’evoluzione del quadro clinico è stata favorevole: il paziente ha ripreso coscienza, le sue funzioni vitali sono stabili, non presenta deficit neurologici e già oggi lascerà la Rianimazione per completare il percorso assistenziale nel reparto di Malattie Infettive con una prognosi favorevole ed un completo recupero previsto a 60 giorni, salvo complicanze al momento non individuabili.

Legittima soddisfazione, dunque, per due ordini di ragioni:

-In primo luogo per il buon risultato delle cure e dell’assistenza prestata nel Presidio Ospedaliero di Livorno, a più forte ragione trattandosi di un giovane padre di famiglia cui vanno gli auguri più sinceri della Direzione Aziendale di tornare quanto prima alla sua vita normale perfettamente ristabilito.

–  In secondo luogo per le competenze e la capacità organizzativa dimostrata dalle Strutture Sanitarie coinvolte del nostro Presidio Ospedaliero di Livorno (Pronto Soccorso, Malattie Infettive, Anestesia Rianimazione, Laboratorio Analisi), sia in fase diagnostica sia in fase di trattamento, che testimonia un’ottima capacità assistenziale, della quale va dato doverosamente merito a tutti i gli Operatori che sono stati coinvolti. A loro va il sincero ringraziamento da parte della Direzione Aziendale.

Riproduzione riservata ©