Autocertificazione, scadenza rinviata al 30 novembre

Mediagallery

Scadenza rinviata al 30 novembre. Chi ha ricevuto la lettera a casa perché dei suoi redditi non c’era traccia negli archivi forniti dal Ministero dell’economia e delle finanze, avrà tempo ancora un mese per comunicare la fascia economica di riferimento senza pagare ticket sanitari non dovuti. Fino al 30 novembre si potrà ancora, quindi, certificare la propria fascia direttamente sulla ricetta. Nel caso poi di accesso a prestazioni specialistiche, gli operatori del servizio sanitario regionale provvederanno contestualmente a regolarizzare la posizione e i cittadini non dovranno fare nient’altro.

COME AUTOCERTIFICARE–  Per raggiungere il maggior numero possibile di utenti sono stati attivati diversi canali di accesso on line e telematici. Le autocertificazioni possono essere inviate collegandosi alle pagine del sito della Regione www.regione.toscana.it/servizi-online o alla piattaforma www.open.toscana.it . In questo caso è necessario disporre di un lettore di smart card, oltre ad aver attivato la tessera sanitaria.

Si possono utilizzare i totem PuntoSi collocati al Centro socio sanitario Livorno Nord (Via della Fiera di Sant’Antonino) e nell’atrio degli ospedali di Cecina e di Piombino oppure, dalla prossima settimana, anche attraverso la App SmartSST, che finora consentiva solo la consultazione della propria posizione. L’autocertificazione può essere fatta anche inviando il modulo, scaricabile sul sito www.usl6.toscana.it o rintracciabile agli Urp e nei distretti:

– via FAX ai numeri 0586-223.058 o 0565-67116

– via E-MAIL all’indirizzo [email protected]

– via PEC all’indirizzo [email protected]

– via POSTA (Azienda USL6 – Uff.Protocollo, V.le Alfieri 36–57124 Livorno)

 

L’autocertificazione, che deve essere spedita includendo una fotocopia firmata del documento di identità, prevede le seguenti possibilità:

E01- Soggetti con più di 65 o meno di 6 anni con reddito complessivo del nucleo familiare fiscale inferiore a 36.151,98 euro

ERA- Soggetti con reddito complessivo del nucleo familiare fiscale inferiore a 36.151,98 euro

ERB- Soggetti con reddito complessivo del nucleo familiare fiscale da 36.151,98 a 70.000 euro

ERC– Soggetti con reddito complessivo del nucleo familiare fiscale da 70.000 a 100.000 euro

 

CHI NON DEVE FARE NIENTE – L’autocertificazione, ricordano dagli uffici, va fatta per ogni componente del nucleo familiare. Non deve presentarla chi ha già un’esenzione per reddito E01, E02, E03, E04, E90, E91 e E92 o chi con il reddito familiare supera 100 mila euro l’anno. Anche chi è in possesso di una certificazione Isee in corso di validità non dovrà presentare alcuna autocertificazione: i dati saranno attinti direttamente dagli archivi dell’Inps. In caso di dubbio è comunque possibile avere indicazioni sulla propria posizione attraverso il numero verde delle Informazioni dell’Azienda USL 6 800.03.08.08 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 16.

Scarica sul sito aziendale:

– il modulo di autocertificazione;

– la procedura di autocertificazione tramite Servizi OnLine – Regione Toscana

– la procedura di autocertificazione tramite “Punto Sì”

 

Riproduzione riservata ©