Nuovo ospedale, 10 anni per costruirlo

Mediagallery

Dai 7 ai 10 anni, ovvero fra il 2021 e il 2024. E’ il tempo stimato per la realizzazione del nuovo ospedale a Montenero. A dirlo è stato il direttore dell’Asl 6 Eugenio Porfido a margine della visita dell’assessore regionale alla sanità al personale dell’Asl. Va detto che il protocollo di intesa parlava del 2016-17. Adesso, invece, si apprende di uno slittamento dei tempi. Slittamento che lo stesso Porfido spiega così: “Soltanto la realizzazione fisica ne comporta 3-4. Sono i tempi verificati con i nuovi presidi costruiti sul territorio regionale”. La vera questione che porta ad allungare i tempi è legata alle pratiche amministrative. In particolare quella legata ai finanziamenti dell’opera per un costo totale di 260 milioni, di cui 109 in arrivo dalla Regione che l’Asl dovrà restituire attraverso l’alienazione di alcuni immobili di proprietà. Staremo a vedere. 

Liste di attesa – “Un vero ringraziamento a tutto il personale sanitario, siete un valore aggiunto. Le esperienze dei professionisti sono molto importanti e noi vogliamo cercare di valorizzare al meglio la crescita professionale ed incentivare la motivazione del personale. Il sistema Toscano tiene, in questi giorni sono uscite le classifiche per la legge della trasparenza e le nostre aziende occupano i primi posti”. E’ quanto ha detto l’assessore regionale al Diritto alla Salute questa mattina quando ha incontrato, presso la sala riunioni “Massimo Ceccarini”, il personale dell’ASl 6 di Livorno. 
All’incontro erano presenti il Direttore Generale, il Direttore Sanitario Carlo Giustarini e il Direttore Amministrativo Antonella Valeri. Nella mattina si è tenuto un primo incontro con i Responsabili dei Presidi, i Responsabili di zona e dei Direttori di Dipartimento, i coordinatori infermieristici e i responsabili delle unità operative. Molti sono stati gli interventi dei dirigenti. 
“Abbiamo dovuto fronteggiare un periodo molto difficile – ha dichiarato l’assessore – Nonostante le difficoltà e i tagli a livello nazionale, siamo impegnati nella riorganizzazione e razionalizzazione del nostro sistema sanitario. Stiamo lavorando sulle liste di attesa, e abbiamo in cantiere molti progetti tra cui uno per migliorare il rapporto con i cittadini. Dopo il periodo difficile, questo è l’anno del rilancio. La sanità toscana è e resta una sanità pubblica, per tutti, di alta qualità” 
Durante l’incontro l’Assessore ha presentato molti progetti tra cui l’abbattimento delle liste d’attesa, l’odontoiatria per tutti, e ha annunciato l’approvazione della legge di ESTAV unica.
Si è inoltre parlato delle criticità del personale sanitario, la modifica della legge 40 della Società della Salute ed infine ha concluso l’intervento annunciando la conferma del nuovo ospedale di Livorno. 

Nel pomeriggio ha visitato i locali dell’Hospice di Livorno e ha incontrato la Responsabile delle cure palliative e dell’Hospice , Galli Costanza, che gli ha illustrato il nuovo progetto decollato, in questi giorni, in tutto il territorio della provincia .
L’assessore ha lasciato il reparto ringraziando il personale presente per l’impegno e la passione che mettono in campo tutti i giorni per migliorare la qualità della vita al paziente terminale. 

Riproduzione riservata ©