Rapinano prostituta e cliente: “Questa è zona nostra”. Arrestati dai carabinieri

Mediagallery

Finiscono in manette gli autori di una rapina ai danni di una prostituta ed un cliente. Si conclude ieri, con la cattura in zona Stagno, la caccia ai due aggressori iniziata dai Carabinieri la sera dell’8 luglio dopo la richiesta di aiuto di una passeggiatrice rumena di 22 anni per un’aggressione. La donna ha raccontato ai militari di essersi appartata nell’auto con un cliente su via Firenze quando è stata raggiunta da due uomini che dalla loro auto l’hanno minacciata dicendo “qui non ci devi stare. Questa è zona nostra”.
Il cliente e la donna, spaventati, provavano a scappare con l’auto, ma gli aggressori li inseguivano bloccandoli dopo pochi metri. I due malviventi scendevano dall’auto e con gesti fulminei e decisi entravano nell’abitacolo impossessandosi del portafogli e del cellulare del cliente che erano sul vano porta oggetti. Non contenti provavano a strappare la borsa della donna ma lei ha opposto resistenza, ottenendo così un pugno in pieno volto che la costringeva a cedere. Strattonata viene quasi costretta a salire sulla loro auto, ma, nel frattempo, l’arrivo provvidenziale di un uomo sbloccava la situazione. Il passante provava ad intervenire in aiuto delle vittime disorientando i due aggressori quel tanto che basta per fargli mollare la presa e consentire alla donna di risalire sull’autovettura del cliente ed allontanarsi. Raggiunto un posto sicuro i due malcapitati chiamano il 112 chiedendo aiuto. Immediate le ricerche delle pattuglie dei Carabinieri che si ponevano sulle tracce dei rapinatori seguendo le indicazioni fornite dalle vittime che, nonostante la concitazione del momento sono riusciti a raccogliere degli elementi identificativi molto precisi, tra cui la targa del mezzo. Al momento nessuna traccia dei due uomini che avevano momentaneamente fatto perdere le loro tracce portando via un magro bottino: solo 20 euro che erano all’interno del portafogli del cliente.

I Carabinieri non demordono e la costanza è stata premiata. Infatti ieri pomeriggio, in zona Stagno, una pattuglia dell’Arma intercettava il veicolo da ricercare, con a bordo i due sospettati, mentre transitava sull’Aurelia. Istantaneamente bloccati, i due sono stati portati in caserma per gli accertamenti ed identificati in Oancea Eduard Sergiu, rumeno 27 enne, e Pop Toader Ovidiu, rumeno 32enne, entrambi incensurati e senza fissa dimora. A conclusione, sono stati sottoposti a fermo con l’accusa di rapina aggravata. Al termine sono stati accompagnati al Carcere delle Sughere.

 

Riproduzione riservata ©