Rally Elba, che nostalgia. Tanto pubblico a salutare il ritorno ai livelli che contano della gara isolana

La vittoria è andata a Fontana su Ford Focus Wrc, che ha dominato dall'inizio alla fine

Mediagallery

Bello, appassionante, voluto. E soprattutto sentito, da quel pubblico che ha ancora negli occhi gli anni d’oro di un Rally Elba non ancora ai livelli dei fasti passato, ma sempre contraddistinto della stessa magia.

Colle Reciso, Volterraio, Monumento, e tante altre zone ricche di storia dell’automobilismo sono state il teatro del Rally Elba andato in scena sulle strade isolane in questo week-end, e che ha visto vittorioso il tandem Fontana-Arena su Ford Focus Wrc, che ha letteralmente dominato la scena del rally elbano. In testa dall’inizio all’ultima prova, Fontana ha dimostrato di meritare il titolo Irc 2013, ripresentandosi in forma stratosferica e vincendo a mani basse la prima prova della nuova stagione. Dietro di lui si sono piazzati Ambrosoli su Citroen Xsara Wrc e Re su Citroen Ds3 Wrc, che hanno completato il podio della gara internazionale, mentre quella nazionale (composta da 7 prove speciali anziché 11) ha visto il trionfo di Santini su Renault Clio.

Il Rally Elba è valso quest’anno come prima prova dell’International Rally Cup (Irc), e questo sta ad indicare come la prova stia crescendo di anno in anno e come gli organizzatori abbiano l’intenzione di riportare la gara isolana ai fasti di un tempo, quando era un appuntamento irremovibile del calendario nazionale e non solo. Lo meriterebbe davvero una gara che è riuscita a richiamare una grande affluenza di pubblico rispolverando la nostalgia del grande passato.

Riproduzione riservata ©