Parzialmente aperta la Variante del Crocino

Il costo complessivo dell’opera, a carico della Regione Toscana con una compartecipazione della Provincia del 30%, è stato di circa 7,5 milioni di euro.

Mediagallery

La variante del Crocino, sarà aperta oggi al traffico per consentire lo svolgimento dei  lavori di ultimazione dell’innesto sul lato sud della strada con la  Srt 206 “Pisana-livornese”.
Questa mattina il presidente della Provincia, Alessandro Franchi e il sindaco di Collesalvetti, Lorenzo Bacci, hanno effettuato un sopralluogo per verificare lo stato di avanzamento dei lavori dell’infrastruttura che libererà l’abitato del Crocino dal traffico che lo attraversa lungo la SRT 206.
La strada regionale, infatti, rappresenta un’arteria stradale  fondamentale nell’ambito della viabilità locale, ed è quotidianamente percorsa  da un transito particolarmente intenso di auto e camion.

Obiettivo della variante, quindi, è quello di alleggerire l’area del Crocino dal traffico di passaggio e dei mezzi pesanti, garantendo la sicurezza degli abitanti e della viabilità locale.
Il costo complessivo dell’opera, a carico della Regione Toscana con una compartecipazione della Provincia del 30%, è  stato di circa 7,5 milioni di euro.

Oltre alla variante vera e propria, che ha uno sviluppo di circa 1600 m, il  progetto predisposto dalla Provincia ha visto la realizzazione di una serie di opere complementari, tra le quali un nuovo ponte sul torrente Morra, che ha richiesto soluzioni ingegneristiche  necessarie a garantire il libero flusso delle acque nell’alveo del torrente e il passaggio di automezzi sotto la campata.

Gli altri elementi già ultimati  riguardano la rotatoria sul lato nord, all’altezza dell’innesto tra la SRT 206, la nuova Variante e la strada provinciale di Parrana San Giusto;  due sottopassi, in corrispondenza di via del Poggione e di via della Valle Benedetta.

“Sono particolarmente lieto di aver potuto riavviare  i lavori del cantiere – ha sottolineato il presidente Franchi – rimasti fermi per un lungo periodo a causa degli annosi problemi legati al patto di stabilità. La decisione di sforare i limiti del patto ha consentito alla Provincia di riprendere interventi bloccati da tempo e dare corso a progetti già pronti, sia per la viabilità, sia per l’edilizia scolastica, dando risposte alle esigenze delle comunità”. Al sopralluogo hanno partecipato i tecnici della Regione e della Provincia, i quali, illustrando le caratteristiche dell’intervento, hanno evidenziato i lavori fatti per superare i problemi di infiltrazione delle acque, che hanno richiesto  complesse opere ingegneria naturalistica per il  consolidamento delle scarpate e la regimazione idraulica delle acque piovane.

“L’opera della variante – ha asserito il sindaco Bacci – contribuisce a completare il quadro di interventi di messa in sicurezza dei territori del Comune di Collesalvetti attraversati dalla SR 206, mentre sul lato dell’Aurelia è prevista la realizzazione della variante di Stagno, già appaltata da SALT”.

L’ultima parte dell’intervento della variante riguarda la realizzazione dell’innesto, sul lato sud, con la SR 206 e la risistemazione dello svincolo con la strada provinciale della Valle Benedetta. I lavori inizieranno in questi giorni e a tal fine la Provincia ha già disposto un’ordinanza di limitazione della viabilità che prevede la chiusura al traffico della SR 206, nel tratto del Crocino, con deviazione dei veicoli sul percorso di variante, aperta in via provvisoria.

L’apertura ufficiale della nuova strada sarà formalizzata dopo i lavori di sistemazione delle barriere di sicurezza e della segnaletica orizzontale e verticale

Riproduzione riservata ©