Eletto il parlamento regionale degli studenti. NOMI

Mediagallery

Si sono svolte, a Palazzo Granducale, le elezioni di secondo livello per il rinnovo dei rappresentanti del Parlamento regionale degli studenti. Al termine delle operazioni di voto, cui hanno partecipato i cosiddetti “grandi elettori”, cioè studenti che rappresentavano le varie scuole, sono stati eletti 5 ragazzi: Matteo Del Mazza, del Liceo Niccolini-Palli di Livorno; Stefano Re, dell’Itc Cattaneo di Cecina; Marco Pacini, del Liceo Cecioni di Livorno; Lorenzo Bindi, dell’IPC Ceccherelli di Piombino e Sofia Testa, del Liceo Enriques di Livorno. A loro si aggiunge anche una sesta rappresentante, Martina Chiarugi, del Liceo Cecioni, nominata direttamente dalla Consulta provinciale degli studenti.
Il Parlamento regionale degli studenti è composto da 60 membri, 50 eletti dalle scuole e 10 nominati dalle consulte provinciali e resta in carica due anni. “Lo scopo di questo organo – sottolinea Stefano Re, eletto per la seconda volta – è quello di dare voce agli studenti nelle Istituzioni e rappresentare le idee, le proposte e i valori di noi ragazzi. Per esempio nel mandato precedente abbiamo lavorato molto sul tema dell’ambiente, con un’iniziativa a Cecina cui hanno partecipato Slow Food ed Enea, sul tema dei diritti e su quello della partecipazione e comunicazione, con una campagna di sensibilizzazione e informazione sul Parlamento degli Studenti”.
Tra i progetti portati a termine dalle varie commissioni sono stati ricordati quello di orientamento contro il drop out, l’abbandono scolastico precoce, la campagna di sensibilizzazione “slotless cafè” contro il gioco con slot-machine, i video sul senso dei primi 12 articoli della Costituzione nella vita dei cittadini, la campagna “a luci spente” per la sostenibilità ambientale.

Riproduzione riservata ©