Corsi per migranti: 14 si diplomano e 2 lavorano

Tenuto conto della forte presenza straniera la Provincia di Livorno si è fatta portavoce, presso la Regione Toscana, della proposta di attivare un intervento specifico che formasse tecnici qualificati

Mediagallery

Offrire agli immigrati una reale integrazione sociale ed economica nel sistema commerciale. E’ stato questo l’obiettivo del progetto formativo, conclusosi nelle scorse settimane, con il quale chi ha frequentato il corso ha raggiunto una qualifica professionale che gli consente di interagire positivamente sia con i connazionali in Italia, sia con il proprio paese di origine.
Il progetto, finanziato dall’Amministrazione Provinciale tramite il Fondo Sociale Europeo, era rivolto a migranti senegalesi regolarmente residenti nelle Province di Livorno e Pisa ed è stato realizzato da Sfera s.r.l, capofila del partenariato, in Ati con “Progetto Ambiente” scrl e Soc.Coop. A.Fo.Ri.S.Ma.
L’iniziativa era mirata al raggiungimento della qualifica di “Tecnico della definizione di strategie di mercato, della pianificazione di azioni di marketing e della gestione di rapporti con la clientela e le reti di vendita”. Tenuto conto della forte presenza straniera – che, pur diversificata, si concentra in particolare nei territori del bacino dell’Arno e della costa livornese-pisana – la Provincia di Livorno si è fatta portavoce, presso la Regione Toscana, della proposta di attivare un intervento specifico che formasse tecnici qualificati nella definizione di strategie di mercato in settori come l’agricoltura, la zootecnia, la silvicoltura e la pesca e con particolari competenze in ambito di azioni di marketing e della gestione dei rapporti con la clientela e le reti di vendita.
Il percorso realizzato ha previsto lo sviluppo di figure di riferimento che, una volta raggiunte le competenze, favorissero la diffusione delle tecniche di mercato ai propri connazionali, disponibili alla formazione in Italia, e fossero in grado di interagire con il paese di origine sia in loco, sia permanendo nel nostro territorio.
Un importante ruolo è stato svolto dalla Rete di soggetti (Enti pubblici, associazioni di categoria, imprese del settore, enti ed associazioni attive nel sostegno alla immigrazione), creata per la realizzazione delle attività ed il coinvolgimento delle comunità senegalesi.
La fase formativa ha avuto concreto inizio lo scorso anno, con due corsi realizzati nelle sedi di Pisa e Livorno.
La formazione in aula, per 400 ore, ha trattato materie trasversali come sicurezza nei luoghi di lavoro, comunicazione e informatica; materie specifiche quali normative import/export, merceologia, gestione delle relazioni commerciali, qualificazione dei prodotti agroalimentari, marketing e web marketing; informazioni pratiche su autoimprenditorialità e creazione d’impresa. Ogni allievo ha, inoltre, svolto 240 ore di stage in aziende del territorio pisano-livornese, entrando in contatto diretto con il mondo del lavoro.
L’accesso al corso, dopo una selezione iniziale, ha visto l’individuazione di 33 candidati idonei, dei quali 24 hanno intrapreso il percorso formativo. Alla fine del percorso 14 cittadini senegalesi, uomini e donne regolarmente residenti nel nostro territorio, hanno acquisito con successo la qualifica professionale e due di loro hanno, poi, trovato un impiego nel settore a seguito dello stage realizzato.
Per tutti è comunque attivo un servizio di orientamento in uscita, svolto dall’agenzia Aforisma di Pisa, agenzia del lavoro Job Lab (accreditata), che prosegue nell’azione di aiuto nella ricerca attiva del lavoro. La stessa agenzia può essere contattata per informazioni sulle persone qualificate.

Riproduzione riservata ©