Buona notizia. Livorno e il suo cacciucco alla ribalta sulla Bbc, troupe in città

Mediagallery

Livorno, le sue tradizioni culinarie e la sua cultura saranno protagonisti di una trasmissione dedicata ai luoghi della cucina italiana che andrà in onda in autunno sulla Bbc. Lo chef Giorgio Locatelli, in giro per l’Italia con la sua troupe, è stato a Livorno nei giorni scorsi, unica città per la Toscana, per girare una puntata dedicata al re dei piatti tipici livornesi, ovvero il cacciucco. Ad accoglierlo e guidarlo alla scoperta della città e dei suoi sapori sono stati i rappresentanti dell’Associazione Cacciucco e l’assessore provinciale al turismo Paolo Pacini.

Il famoso chef, che a Londra gestisce la Locanda Locatelli, uno dei migliori ristoranti italiani della metropoli, era rimasto letteralmente affascinato dal cacciucco che aveva gustato in occasione dell’ultima edizione del Salone Slow Fish di Genova, dove l’Associazione livornese aveva riscosso un notevole successo proponendo proprio il cacciucco cucinato sotto gli occhi dei visitatori. La troupe ha effettuato molte riprese al Mercato Centrale, dove Locatelli ha acquistato il pesce che ha poi cucinato con l’aiuto dei cuochi dell’Associazione Cacciucco.
Nella trasmissione non mancheranno i luoghi della cultura, in particolare quelli della tradizione pittorica dei Macchiaioli che Locatelli ha potuto filmare nella visita fatta al Museo Fattori. La trasmissione farà parte di un ciclo puntate che andrà in onda su un canale specializzato sulla cucina della BBC, seguito, in particolare a Londra, da oltre 12 milioni di telespettatori. “Lo chef Locatelli è un vero e proprio ambasciatore della cucina italiana nel mondo – sottolinea l’assessore Pacini – sia perchè le sue ricette si trovano nei menù di famosi ristoranti, sia per le sue trasmissioni televisive, che hanno fatto conoscere la buona cucina della nostra tradizione agli inglesi. Per Livorno, quindi, si tratta di un bel biglietto da visita per invogliare i turisti inglesi a fare una visita da queste parti e provare di persona i piatti tipici del territorio”.

Riproduzione riservata ©

19 commenti

 
  1. # emanuele

    Bella iniziativa …peccato ci sono sempre i ” soliti ” in prima fila a farsi pubblicità e non viene mai, e ribadisco mai, dato spazio ad altri….è cosi…Benvenuti a Livorno !

  2. # Marco Sisi

    Caro Emanuele, dato che anch’io, sia pure “da lontano” essendo un livornese che lavora a Roma, ho fatto la mia parte nel consigliare su contatti e luoghi di riprese, ti spiacerebbe fare nomi e cognomi? Giusto per capire, perché a mugugnare sono buoni tutti. Il mio indirizzo e-mail, qualora necessitassi di maggiore riservatezza, è [email protected]. Ci tengo a precisare che ho dato una mano per amicizia verso ex-colleghi che ora lavorano a Londra e soprattutto per l’amore che provo verso la mia città natale. Mi spiace leggere queste cose.

  3. # Francesca

    deh,ma andranno comunque in ottimi ristoranti livornesi… non pensare che per un servizio televisivo importante uno possa andare in un qualsiasi ristorantino da 15 euro a testa… non ci vedo niente di strano.

  4. # Mario di Borgo

    Il servizio e’ gia’ passato su Dmax alcuni giorni fa…..davvero un motivo di orgoglio per Livorno, ancora una volta in vetrina…..

  5. # paolo

    Speriamo che ci salvi magari il cacciucco! Per il resto a Livorno siamo proprio alla frutta!

  6. # PITTARO

    Livorno stessa ( mia bella Livorno ) è un cacciucco…se ci pensiamo bene è proprio così..

  7. # Marco Sisi

    Mario, il servizio di DMax era tutt’altra cosa. Qui si parla di un canale tematico della BBC. “E ci ‘orre”!

  8. # emme

    Livorno orgogliosa del cacciucco? Cosa significa? Dovrebbe essere orgogliosa di persone serie e civili, quantomeno. Il cacciucco, come altri piatti servono per essere gustati, se boni, o per far guadagnare qualcuno, per farsi conoscere…

  9. # Lorenzo

    Purtroppo caro sig. Sisi – anche se non so se pure questo sia il caso – questa risposta mi sa tanto di coda di paglia. Livorno, piena di potenzialità, è rovinata proprio dalle cricche e dall’amatorialitá tra amici, conoscenti e politicanti. Basta vedere i soliti sedicenti nomi che circolano dietro al Premio Rotonda o a Effetto Venezia o quando si parla di cinema (di cui credo lei si interessi) e di teatro a Livorno.
    Ma un po’ di giovani professionisti, che ci sono e sono nascosti nell’oblio di questa città, no?!! Comunque menomale ci pensano i non livornesi a far vedere di cosa è capace questa città, anche all’estero

  10. # Nicola

    Quella era un’altra trasmissione , Unti e bisunti!

  11. # francesca.M

    se tu avessi letto l’articolo avresti capito che non si parla della stessa cosa…

  12. # memedesima

    Qualcuno sa consigliarmi il link per vedere il servizio? Grazie

  13. # ninni

    ma un è mia il solito!!

  14. # Alessandro

    BENE!!!….Bella iniziativa!!!…Livorno ha bisogno di Turismo e di Turisti che spendano soldi per rilanciare l’economia!…Se il cacciucco, può attirare milioni di sudditi britannici, qui in Città…ben venga!!! Un solo grido: Welcome to Livorno!!!

  15. # uffa

    Mammamia che tristezza sempre sti commenti da frustrati! E ci credo la città è allo sfascio…viene la Bbc a farci un documentario sopra e invece di mostrare un po’ di campanilismo e orgoglio si trova da ridire anche su questo! La depressione della città dipende in larga misura dalla depressione delle menti, a cui tutto fa schifo, niente è mai luce, e allora tutto è consentito, compreso ad esempio imbrattare i marciapiedi ovunque perchè “tanto Livorno è cosi!”. Bravi bravi continuate cosi, si va lontano

  16. # Il Moralizzatore

    sono due trasmissioni diverse

  17. # Beatrice

    Non è la prima volta che il nostro caciucco viene “esportato” e trasmesso su reti televisive. Sei anni fa dall’Australia sono venuti a filmare gli angli più belli della città e la preparazione del cacciucco. La trasmissione si chiama OUT OF THE BLUE e trasmette anche su Sky

  18. # emanuele

    Ho premesso nel mio commento…bella iniziativa. non ho scritto brutta quindi non credo sia un ” mugugnare ” o un commento ” frustrato ” ci sono tante eccellenze a Livorno di cui dobbiamo esser orgogliosi ma non viene mai dato spazio a loro perchè? teatro, arte, cultura,enogastronomia, pittura, sport… continuo?? non mi pare di esser pessimista… qui si cerca ” di scuotere e cambiare anche con un minimo di analisi critica costruttiva ” una città che da sempre è monocolore …per il resto ribadisco bella iniziativa !!

  19. # ELISABETTA

    …posso solo dire…andate all’ARAGOSTA…troverete sicuramente professionalità ed estrema cortesia e facce gioiose!

I commenti sono chiusi.