Il saluto di Gallanti al sindaco Cosimi: “E’ stata una collaborazione splendida”. E l’Authority approva bilancio 2013

Mediagallery

Un utile di esercizio al netto delle imposte di 6 milioni 927 mila euro, un decremento dell’avanzo di amministrazione di competenza di 14,5 milioni di euro e un considerevole aumento degli investimenti infrastrutturali: 36 milioni e 200 mila euro contro i 12 milioni di euro scarsi dell’esercizio precedente. Sono i numeri del bilancio consuntivo 2013 che il dirigente amministrativo dell’Authority, Simone Gagliani, ha consegnato quest’oggi ai membri del Comitato Portuale. “Al 31/12/2013 – ha dichiarato Gagliani – l’Authority presenta un saldo finale di cassa di quasi 75 milioni di euro e un avanzo di amministrazione complessivo di 29.725 milioni di euro, di cui una parte vincolata per complessivi 15,88 milioni ed una parte, 13,26 milioni, destinata a copertura del disavanzo del bilancio di previsione 2014. Pertanto, la disponibilità residua è di 574 mila euro”.
Il dirigente amministrativo dell’Authority ha inoltre comunicato che nel 2013 sono stati spesi 2,5 milioni di euro per gli interventi di manutenzione straordinaria, 5,9 mln di euro per l’approfondimento dei fondali, 24 mln di euro per la realizzazione e ristrutturazione di infrastrutture portuali e l’acquisto di beni, 1,6 mln per la sottoscrizione di partecipazioni azionarie.
Sul fronte delle entrate, invece, l’Authority incamera dalla riscossione delle tasse sulle merci imbarcate e sbarcate, di ancoraggio ed erariali, 14 milioni di euro, 2 milioni e 600 mila euro in più rispetto all’anno precedente. Sono inoltre stati accertati proventi relativi alla riscossione dei canoni demaniali (tra concessioni, occupazione temporanea e accosti pubblici) per 8 milioni di euro.
“Il Quadro contabile che emerge dai dati del bilancio consuntivo – ha affermato il segretario generale dell’Authority, Massimo Provinciali – mette in luce come l’infrastrutturazione del porto sia una delle priorità dell’Autorità Portuale. Non abbiamo esitato ad intaccare l’avanzo di amministrazione pur di raggiungere gli obiettivi già delineati nel Piano operativo Triennale e andremo avanti su questa strada”.

L’omaggio a Cosimi – Ha scelto una penna biro per ringraziare il sindaco della “splendida collaborazione” che in questi anni ha consentito ai due enti, Autorità Portuale e Comune, di portare avanti “nel pieno rispetto dei ruoli” un rapporto “di proficua sinergia e stretta complementarità”, un rapporto “fatto anche di amicizia e stima personale” grazie al quale è stato possibile porre grande attenzione alla molteplicità degli “interessi convergenti tra le due istituzioni”. Ecco perché l’omaggio del presidente dell’Authority Giuliano Gallanti non è «un atto dovuto, ma un ringraziamento sentito e sincero”.
È in questo modo che, nell’ultimo Comitato Portuale prima delle prossime elezioni amministrative, i vertici dell’Authority hanno preso commiato dal primo cittadino di Livorno, Alessandro Cosimi, a cui è stato rivolto un caloroso applauso: “Ringrazio tutti – ha esordito il sindaco uscente -, ho imparato tanto da voi in questi lunghi dieci anni. Auguro a chi verrà dopo di me non soltanto di essere più bravo, ma più fortunato”. Secondo Cosimi, il 2015 sarà un anno difficile che richiederà da parte dell’amministrazione pubblica l’assunzione di scelte coraggiose: “Non dimenticate che il Patto di Stabilità interno ai comuni impone il rispetto di vincoli e parametri ben definiti. Il prossimo anno Livorno si ritroverà con 10 milioni di euro in meno in cassa: anche per questo motivo il mio successore dovrà essere aiutato ad esercitare la propria leadership nel modo migliore possibile”.

Riproduzione riservata ©