Presidio contro il Jobs Act davanti alla sede Pd

Mediagallery

Il Coordinamento  Lavoratori Lavoratrici Livornesi ha lanciato un presidio per domani,  mercoledì 3 dicembre dicembre dalle 12 in poi di fronte alla sede del Pd in via Donnini, durante la votazione del Jobs Act al Senato. “E’ fondamentale mobilitarsi prima che la legge delega sul lavoro venga approvata – scrivono dal coordinamento –  Con il Jobs Act si conclude infatti l’opera di distruzione dei diritti e delle tutele dei lavoratori e delle lavoratrici italiane, iniziato ormai da diversi anni. Il Partito Democratico di Renzi – prosegue la nota dei lavoratori – è riuscito ad arrivare dove neanche i governi Berlusconi erano riusciti a fare, accontentando tutte le richieste della Confindustria e dei padroni .  Con la cancellazione dell’articolo 18 , il demansionamento e l’introduzione della video sorveglianza sui luoghi di lavoro, i lavoratori e le lavoratrici saranno ancora più ricattabili, a causa delle minacce di licenziamento e della diminuzione dei livelli salariali.
L’appuntamento che lancia il Coordinamento è dunque per domattina a partire da mezzogiorno ma il Coordinamento chiama a raccolta tutti i lavoratori anche in vista del prossimo sciopero generale. “Chiediamo la presenza di tutti – si legge nella nota stampa – anche all’assemblea pubblica che si svolgerà la sera del giorno seguente, giovedì 4 dicembre alle 21 all’ex Cinema Aurora in viale Ippolito, per organizzarsi e definire le modalità di partecipazione dei lavoratori e delle lavoratrici del Coordinamento alla giornata di sciopero generale di venerdì 12 dicembre”.

Riproduzione riservata ©