Crisi del Mediterraneo: ne parla il prof. Cardini

Lunedì 6 giugno alle ore 17 prosegue il ciclo di incontri “A carte scoperte - l’archivio storico e la biblioteca raccontano” promosso dalla Camera di Commercio

Mediagallery

Lunedì 6 giugno, alle ore 17, prosegue il ciclo di incontri “A carte scoperte – l’archivio storico e la biblioteca raccontano” promosso dalla Camera di Commercio. Sarà il prof. Franco Cardini a parlare di “crisi del Mediterraneo”: un titolo volutamente generico che darà modo allo studioso di illustrare la genesi e le conseguenze dei più rilevanti e drammatici eventi storici che continuano a susseguirsi nel complesso scacchiere composto dai Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, fornendo alcune chiavi di lettura per l’attualità. Per questa iniziativa la Camera di Commercio si è avvalsa della collaborazione con il Circolo culturale “Il Centro” che ha già con successo ospitato Cardini negli anni scorsi, e con la FIDAPA di Livorno. Una sinergia di intenti che ha reso possibile questa occasione importante di informazione e confronto di idee, molto utile anche per chi opera nel campo dell’economia.
Il prof. Cardini sarà affiancato dal Presidente della Camera di Commercio Dott. Sergio Costalli, da sempre attento a ciò che si muove nell’area del Mediterraneo: da tempo sostiene infatti l’importanza della geopolitica e sottolinea come il nostro mare  abbia assunto un ruolo di grande importanza per le compagnie marittime di trasporto in quanto è divenuto un corridoio fondamentale per ridurre i tempi ed accorciare le percorrenze da e per i mercati orientali. Un mare che quindi è tornato un bacino di primaria importanza per il trasporto intermodale di lungo raggio. A introdurre e moderare l’incontro sarà Enrico Dello Sbarba, Presidente del Circolo culturale Il Centro. Non un esercizio di astratta oratoria, quindi, ma una rassegna molto concreta e quanto mai necessaria per capire meglio fatti di scottante attualità – dalla crisi monetaria greca al fenomeno degli immigrati, al terrorismo fondamentalista – che spesso passano sopra le teste dei cittadini in troppo rapida successione. L’incontro, fissato per le ore 17, slitterà di 15 minuti. Sul sito www.li.camcom.gov.it è possibile registrarsi per segnalare la presenza.

Riproduzione riservata ©