Bellana, 1250 posti barca e passerelle

il Consiglio comunale ha dato mandato alla giunta di iniziare il percorso di revisione della Bellana, valutando insieme a tutti i 3 soggetti interessati la fattibilità del progetto

Mediagallery

L’amministrazione a Cinque Stelle ha un sogno: liberare i fossi medicei dalle imbarcazioni da diporto in modo da renderli navigabili in sicurezza.
“Immaginate che bello sarebbe poter organizzare percorsi turistici lungo i canali, allestire un servizio di trasporto pubblico sull’acqua – spiega il gruppo consiliare M5S sulla sua pagina facebook- ma anche liberare lo spazio delle cantine e creare delle passeggiate galleggianti tra scalandrone e scalandrone sulle rive dei fossi”.
Per trasformare questo sogno in realtà, venerdì 10 giugno il Consiglio comunale ha dato mandato alla giunta di iniziare il percorso di revisione della Bellana, valutando insieme a tutti i bellana3soggetti interessati (Autorià portuale, Capitaneria di porto, Demanio, Regione e ministero delle Infrastrutture) la fattibilità del progetto presentato già nel 2013 dal Consorzio Nautico di Livorno.
Un progetto che, sulla carta, prevede la creazione di 1250 posti barca tra il Fanale e la Terrazza Mascagni e che se diventerà realtà permetterà di spostare centinaia di piccole imbarcazioni dai fossi, con tutte le opportunità che ne conseguirebbero.

“Le opposizioni hanno preferito astenersi – conclude il M5S di Livorno tramite facebook-  sollevando obiezioni circa la fattibilità del progetto. Obiezioni in alcuni casi plausibili, ma che andranno sollevate in fase di valutazione e non devono essere utilizzate come scusa per rimanere incollati allo status quo e per rinunciare all’opportunità di ridisegnare la nostra città”.

Riproduzione riservata ©