Ex Delphi, incontro in Comune. Porto e green economy le alternative per i lavoratori

Mediagallery

Questa mattina a Palazzo Municipale il sindaco Alessandro Cosimi insieme all’assessore al Lavoro Darya Majidi ha incontrato la RSU De Tomaso -ex Delphi, e i segretari generali CGIL, CISL e UIL Maurizio Strazzullo, Giovanni Pardini e Francesca Cantini. Presenti anche l’assessore provinciale Ringo Anselmi e tutto lo staff del settore Formazione della Provincia. Com’è noto nei giorni scorsi quasi 500 mila euro sono stati trasferiti dalla Regione alla Provincia di Livorno, per dare piena operatività al progetto Feg ed avviare così interventi per la ricollocazione dei lavoratori della De Tomaso-ex Delphi. La somma con la quale la Regione cofinanzia metà del budget totale, permette di dare l’avvio alle attività previste per facilitare il reinserimento occupazionale degli oltre 130 lavoratori rimasti senza lavoro dopo la chiusura della sede livornese della De Tomaso. L’obiettivo dell’incontro era dunque quello di avviare in tempi rapidi insieme alla Provincia (soggetto attuatore che dovrà gestire gli interventi di formazione, riqualificazione e ricollocazione dei lavoratori) e insieme ai sindacati, un percorso per utilizzare nella maniera più proficua il finanziamento regionale relativo alla formazione, affinché questa possa portare a concreti sbocchi lavorativi. Sono stati pertanto esaminati, nel corso della riunione, alcuni segmenti di mercato verso i quali indirizzare i corsi, impostando un piano di incontri e di rapporti con le associazioni di categoria. A questo proposito l’Amministrazione Comunale, anche su sollecitazione dei sindacati, si è impegnata a convocare in tempi brevissimi un tavolo con l’Autorità Portuale per valutare possibili inserimenti nell’ambito delle attività portuali e un altro tavolo con le associazioni del settore del turismo e del Commercio. L’assessore Majidi ha invitato i presenti inoltre ad esaminare anche le possibilità offerte dalla green economy.

“L’Amministrazione Comunale – dichiara il Sindaco Alessandro Cosimi – non ha mai lasciato soli questi lavoratori e intende continuare a impegnarsi in questa delicata fase nella quale sussistono lentezze nell’erogazione ai lavoratori della cassa integrazione e non si ha certezza del rinnovo degli ammortizzatori sociali nel prossimo anno. Il nostro impegno non sarà dunque soltanto di “accompagnamento” nella realizzazione dei corsi di formazione, ma anche quello di farci portavoce presso le Istituzioni competenti affinché i pagamenti della cassa integrazione arretrati vengano velocizzati e perché non venga meno il sostegno per il futuro”.

 

I rappresentanti dei sindacati hanno colto l’occasione dell’incontro per esprimere al Sindaco la loro solidarietà dopo le minacce di cui è stato oggetto.

Riproduzione riservata ©