Raffineria Eni: sciopero revocato, c’è l’intesa

Mediagallery

Niente sciopero. Il Coordinamento Unitario delle Imprese di Appalto Eni e le categorie provincia di Livorno di riferimento comunicano la revoca dello sciopero dei lavoratori degli appalti della raffineria Eni di Livorno, previsto per oggi, martedì 31 marzo 2015, in quanto Paresa la nuova ditta appaltatrice subentrata a Comce,  ha aperto alle richieste dei lavoratori.

“L’assunzione dei lavoratori è prevista entro il mese di maggio – chiarisce David Romagnani della segreteria Fiom della provincia di Livorno – ma abbiamo avuto conferma da Paresa che c’è la volontà di assumere i lavoratori con contratto a tempo determinato, che avrà durata sostanzialmente pari alla durata del contratto di appalto, così come è stato stipulato per gli amministrativi”.
La revoca dello sciopero è stata immediatamente conseguente: “A noi interessava la pari dignità per tutti i lavoratori – conclude Romagnani – ora che il principio sembra ristabilito, aspettiamo il passaggio con l’azienda. Ringraziamo tutti i lavoratori che hanno partecipato alle iniziative di  protesta, dimostrando un raro esempio di coraggio e dignità,  dando prova ai loro colleghi, il senso di una solidarietà mai venuta meno in Raffineria. Grazie alla significativa mobilitazione e al determinante sostegno di tutte le categorie, quella dei chimici in particolare, siamo riusciti a ottenere un risultato affatto scontato”.

Riproduzione riservata ©