De Falco, per il Tar “ricorso inammissibile”

Mediagallery

Niente da fare per l’uomo del “salga a bordo”. Il Tar di Firenze ha giudicato inammissibile il ricorso presentato dal comandante Gregorio De Falco contro quello che ha ritenuto essere un demansionamento subito dalla Capitaneria di Porto di Livorno.  De Falco non aveva gradito la decisione di essere “relegato” ad un ruolo di ufficio ricorrendo così a carte bollate e avvocati. “In realtà – ha dichiarato De Falco all’agenzia askanews – i giudici non sono neanche entrati nel merito del ricorso, si sono fermati prima”.

“Secondo il dispositivo del Tar – ha continuato De Falco – io avrei dovuto informare del ricorso anche la persona che mi ha sostituito al comando della Capitaneria”. De Falco ha anche precisato che “la vicenda processuale della Costa Concordia non c’entra nulla con questa storia”. Intanto il suo avvocato, Alessandra Martini, sta seriamente valutando l’opportunità di presentare nuovamente il ricorso.

Riproduzione riservata ©