Commercio, due milioni per le piccole imprese

Mediagallery

di Matteo Capirola 

Preso atto della riduzione del 35% del diritto annuale per l’anno 2015, la Camera di Commercio di Livorno ha comunque deciso di riservare quasi due milioni di euro ( per la precisione un milione e ottocentoottantamila euro) ad interventi diretti a favore delle piccole imprese.
Nasce così la Fondazione camerale IRI, una nuova realtà che opera sul territorio per indicare alle imprese percorsi di crescita e facilitarne l’accesso alle opportunità di finanziamento pubblica, sia esso europeo, nazionale o regionale. La fondazione aiuta le imprese ad avvalersi delle opportunità offerte dalla programmazione comunitaria 2014-2020 per reperire risorse da investire in innovazione e competitività.
Obiettivo fondamentale della fondazione è quello di rimettere al centro la piccola impresa, che attualmente si trova in uno stato di notevole sofferenza, da un punto di vista economico e culturale.
Tutto ciò avverrà tramite Bandi che saranno disponibili entro la fine di Luglio, tra i quali risaltano:
-Un bando Start Up, che prevede la concessione di contributi alle Start Up (Euro 380.000); la concessione di contributi ad Aspiranti Imprenditori che avvieranno un’attività d’impresa previa partecipazione a corso formativo della camera(Euro 60.000); concessione di contributi a Nuove PMI costituite dal 1.1.2015 e ad Aspiranti Imprenditori che avvieranno una Start Up innovativa(Euro 60.000).
-Un Bando a sostegno degli autotrasportatori livornesi per le limitazioni del traffico imposte dal periodo estivo.
-Un bando con lo scopo di incentivare il turismo nelle varie aree della provincia livornese. Il contributo è rivolto a gruppi di persone che soggiornano almeno una notte presso una struttura turistica e visitano luoghi di interesse del nostro territorio, ed agenzie di viaggio che abbiano organizzato soggiorni/pacchetti per i gruppi suddetti. Il contributo massimo erogabile è pari ad euro 500.
-Un bando per la partecipazione a mostre e fiere attraverso il quale le PMI che partecipano a questo tipo di eventi svolti all’estero possono richiedere un contributo pari al 50% delle spese sostenute per l’acquisizione dello spazio espositivo(noleggio stand, iscrizione alla fiera).
Verranno inoltre adottate importanti misure:
-Sarà sostenuta la partecipazione delle imprese alle “call for proposal” in ambito comunitario tramite servizi di assistenza tecnica, i programmi oggetto del bando sono i programmi Horizon 2020 (programma quadro per la ricerca e l’innovazione 2014-2020) ed ogni altro programma europe a gestione “diretta” ed “indiretta” nell’ambito degli obiettivi tematici 2014-20 riferibili alla “crescita intelligente”, nello specifico: ricerca e sviluppo tecnologico; agenda digitsale; competitività delle piccole e medie imprese.(Euro 30.000)
-Concessione di contributi per l’ottenimento di brevetti nazionali, europei, europei unitari e/o internazionali.
-La Camera sosterrà per conto dell’impresa il costo di un ricercatore universitario per la durata di 3 mesi per la realizzazione di studi strategici innovativi a supporto dello sviluppo imprenditoriale.(es. Ideazione di progetti di ricerca innovativi, analisi del potenziale d’innovazione ecc..) (Euro 36.000).
-Concessione di contributi alle piccole e medie imprese finalizzati a sviluppare ed attuare programmi di miglioramento ambientale, di qualificazione sostenibile, di risparmi energetico, di riduzione del consumo di risorse e materiali e di corretto smaltimento di scorie e rifiuti. (euro 20.000)

Riproduzione riservata ©