Cna festeggia 70 anni e premia 457 aziende. Gli eventi

di admin

Mediagallery

Era il 18 novembre 1944 ed in una Livorno devastata dai bombardamenti e semisfollata alcuni imprenditori capirono la necessità dello stare insieme per potersi risollevare e dettero vita alla Cna. Sono passati settant’anni da quel giorno e la Confederazione (sede in via Martin Luther King, alla Rosa) ha deciso di festeggiare quest’importante traguardo con quattro appuntamenti speciali, dislocati su tutta la provincia, con la collaborazione della Camera di Commercio di Livorno. Quattro occasioni per stare insieme ma soprattutto per premiare 457 aziende che da oltre trent’anni sono associate con la Cna.
Il primo dei quattro eventi, si svolgerà il 18 novembre a partire dalle 17, alla Camera di Commercio, al cospetto di autorità del calibro del sindaco di Livorno e di quello di Collesalvetti, del Prefetto, del Vescovo, nonché del neo presidente della provincia Alessandro Franchi. In quest’occasione verranno premiate, con una targa commemorativa, 136 aziende livornesi associate ed amministrate dal CNA da oltre trent’anni. Verrà assegnato anche un premio speciale, in memoria di uno storico membro del CNA, Giovanni Ciaponi, alla migliore giovane azienda associata. Gli altri tre appuntamenti sono previsti per il 26 novembre in Bassa Val di Cecina dove verranno premiate 144 aziende , il 4 dicembre all’Isola d’Elba con 74 e l’11 dicembre in Val di Cornia con le restanti 103. “Sappiamo che con la crisi economica che imperversa, molti penseranno che ci sia ben poco da festeggiare – ha commentato il direttore Cna Livorno, Marco Valtriani – invece noi festeggiamo: sì la storia della nostra associazione, ma soprattutto questi “capitani coraggiosi” che nonostante siano vessati continuamente da burocrazia, banche, finanziaria, nonostante tutto, continuano a crederci e a produrre”.
In settant’anni di storia l’associazione si è evoluta ed ingrandita, mantenendo come prerogativa la collaborazione ed il dialogo con i suoi associati. Punto forza dell’intero sistema è dato dai raggruppamenti di aziende, espressione della capacità dell’associazione di far sviluppare sul territorio reti di imprese e fra imprese, in settori strategici per l’economia locale come: il trasporto merci, le riparazioni auto, il trasporto persone, le riparazioni navali e le costruzioni. Solo queste realtà, corrispondenti a 251 imprese, fatturano oltre 138 milioni di euro, dando lavoro a 1091 dipendenti. A questi settori ne vanno aggiunti altri come quello alimentare, della moda, artistico, turismo e commercio ecc. che sommati ai precedenti forma un sistema di 2868 imprenditori con 4278 dipendenti.
Da non trascurare il comparto sociale in forte espansione, con 2022 pensionati iscritti e con 5962 comuni cittadini che quotidianamente si avvalgono dei servizi offerti dal Caf e dal Patronato Epasa. “Questo appuntamento – è intervenuto il presidente provinciale Diego Nocenti – vuole essere un modo per far capire che la Cna, ha sempre uno sguardo attento a ciò che è avvenuto in passato ma sempre rivolto al futuro. Oggi come allora, lo stare insieme ed il confrontarsi deve la base fondamentale. La politica deve puntare ad alleggerire il pesante fardello che colpisce le imprese. Senza di esse non ci può essere lavoro”.

Riproduzione riservata ©