Porto 2000: il comitato portuale prende tempo

Mediagallery

Rinviata al 28 luglio prossimo per dare modo al sindaco, alla giunta e ai componenti delle commissioni consiliari competenti, di sviluppare una riflessione più approfondita su un tema che continua a calamitare l’attenzione della stampa e della cittadinanza: la cessione delle quote della Porto 2000. È stata questa la decisione assunta in Comitato Portuale dal presidente dell’Authority, su richiesta del sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, che si è fatto forte del mandato ricevuto due giorni fa dal consiglio comunale, dopo una mediazione nella conferenza dei capigruppo. La riunione del Comitato prevista per il 17 luglio verrà quindi rimandata di altri 10 giorni.

La decisione è stata accettata dai membri del Comitato, anche se diverse sono state le sottolineature per l’ennesimo rinvio di una riunione che si sarebbe dovuta inizialmente svolgere l’8 luglio. Da parte loro, i vertici dell’Apl hanno accolto la richiesta motivandola con la necessità di coinvolgere il primo cittadino in una discussione di merito sullo studio della Kpmg. D’altronde la riunione del 17 non prevedeva che fosse assunta alcun tipo di decisione formale. Infatti, la questione della cessione delle quote della società che a Livorno gestisce le crociere era stata già affrontata a luglio del 2011 e risolta attraverso l’approvazione di una delibera che dava mandato al presidente dell’Authority di rispettare l’obbligo di legge e di scendere sotto il 50% del quote.

 

Riproduzione riservata ©