“Voci” in piazza contro il femminicidio

di letizia

Mediagallery

Si intitola “Voci” lo spettacolo portato in scena ieri sera nella piazza davanti al Goldoni, musical liberamente tratto da Ferite a Morte, libro di Serena Dandini che racconta le storie di alcune donne vittime di femminicidio. ” Abbiamo scelto di trattare questo argomento- ha spiegato Paola Martelli, regista dello spettacolo e candidata al consiglio comunale nella lista Socialisti e Democratici europei per Livorno- perché è sotto gli occhi di tutti e a tutti dovrebbe stare a cuore, il titolo che abbiamo scelto è eloquente: con questo spettacolo vogliamo dare voce a quelle donne che hanno subito violenza. La scelta di dare al musical una veste ironica tuttavia non vuole fare apparire meno serio il tema che abbiamo scelto di trattare”. Lo spettacolo di ieri però è voluto essere anche un omaggio alla musica, al teatro e alla cultura in generale, “ Oggi qui sono presenti persone- ha aggiunto Paola Martelli – non solamente dei laboratori del Goldoni, ma provenienti anche da altre scuole di teatro cittadine che hanno deciso di unirsi per questa causa”. Ma la lista capeggiata da Gianfranco Morelli non guarda alle donne solamente per dire no alla violenza ma anche in relazione del loro ruolo all’interno della società. Tra le proposte delle candidate dei Socialisti c’è per esempio l’introduzione del bilancio di genere: “Il bilancio di genere – ha chiarito Maria Teresa Sposito – è strutturato per evidenziare in modo chiaro e trasparente le somme spese per il genere femminile e quello maschile evidenziate e suddivise nei vari capitoli di bilancio che competono agli enti pubblici. La provincia di Livorno ha approvato il bilancio di genere relativo al consuntivo 2012, ridefinendo il modo di preparare il bilancio, in modo da mettere in risalto le diverse necessità maschili e femminili, chiediamo che anche il Comune si doti di questo strumento”. Un alto problema riguarda poi il diverso trattamento economico che esiste tra uomo e donna, Martin Schulz, candidato del Partito Socialista alle prossime elezioni europee, ha messo in evidenza il divario retributivo tra uomo e donna nel nostro continente, “Pertanto anche a livello locale – ha affermato Donatella Becattini – vogliamo che sia preso l’impegno per mettere fine alla disparità di trattamento economico e di carriera a parità di mansione e attività lavorativa. Inoltre le donne devono avere le stesse possibilità di quelle degli uomini per l’accesso al credito”. A sostegno della lista Socialisti e democratici per Livorno lunedì 19, a pochi giorni dalle elezioni, arriverà Riccardo Nencini vice ministro delle infrastrutture e segretario del Psi, che parteciperà a un incontro sulla portualità nella sala consiliare della Provincia, a cui prenderanno parte anche Alessandro Cosimi e il candidato sindaco della coalizione di centrosinistra Marco Ruggeri.

Riproduzione riservata ©