Quaglieriello in città per Costanza Vaccaro (Ncd)

Mediagallery

È cominciata con la visita al bacino di carenaggio alla Porta a Mare, l’incontro del senatore Gaetano Quagliariello, coordinatore nazionale del Nuovo Centro Destra, venuto a Livorno per sostenere la candidatura a sindaco di Costanza Vaccaro. Il senatore ha visitato l’area accompagnato da Costanza Vaccaro, Marco Taradash, vicepresidente del gruppo regionale Ncd, Andrea Romiti, capolista, Gabriele Toccafondi, sottosegretario all’istruzione e coordinatore regionale Ncd e Roberto Benedetti, vicepresidente Ncd del consiglio regionale. Poi, Quagliariello si è spostato all’Hotel Palazzo, per un incontro aperto al pubblico. “Se vogliamo costruire un’alternativa alla sinistra dobbiamo guardare avanti non indietro – ha detto il senatore davanti a una platea gremita di simpatizzanti e curiosi – oggi la politica deve dare risposte concrete, deve essere vicino ai territori. E sul porto di Livorno, l’impegno che dobbiamo assumere non è quello di dettare la linea ma di dare una mano e costruire una filiera che passi da voi e finisca al governo per poter dare una risposta ai cittadini livornesi”. Sul bacino di carenaggio è intervenuta anche Costanza Vaccaro: “Questo bacino è stato lasciato andare nel degrado, dobbiamo andare subito a gara, ripristinarlo e far tornare a Livorno le centinaia di maestranze qualificate nelle riparazioni navali che sono andate a lavorare all’estero”. La candidata ha poi parlato dell’emergenza abitativa: “Abbiamo un patrimonio immobiliare di oltre 6mila alloggi, eppure non riusciamo a risolvere il problema che è legato anche alla legge 96 del 96 che stabilisce che si può restare nelle case fino al terzo grado di parentela, così capita che chi non ha diritto stia nella casa popolare e chi ha davvero bisogno debba dormire sotto il loggiato di piazza Grande. Noi faremo controlli incrociati tra Guardia di Finanza e Agenzia del Territorio per stanare i furbetti”. E ancora, sulla pubblica amministrazione che deve essere: “Più snella, operativa, efficiente – prosegue Vaccaro – che dia tempi certi e regole sicure. Ci impegniamo, per tutti i lavoratori, ad abbassare del 30% tutte le tasse comunali attraverso la dismissione delle quote del Comune nelle società partecipate, il recupero dei crediti esigibili e il congelamento del premio di produttività dei dirigenti, solo da qui si risparmierebbero 2milioni di euro”. Sul Nuovo Centro Destra è intervenuto anche Marco Taradash: “Abbiamo deciso di ricominciare da capo per ricostruire il centro destra anche a Livorno, perché abbiamo vissuto una storia con il Pdl che ha lasciato odio e ha provocato incapacità di fare politica. Con il Nuovo Centro Destra abbiamo costruito una squadra molto giovane, perché quelli bravi nel nuovo centro destra sono giovani. Ci auguriamo che Costanza diventi sindaco, ma in caso contrario, questa squadra costituisce l’alternativa per la Livorno che verrà”. Gabriele Toccafondi, infine, sottolinea come Ncd sia nato: “Per un senso di responsabilità verso un paese, le persone e i problemi. Vogliamo fare cose utili per il paese, siamo per la libertà, la famiglia, l’impresa, la libera iniziativa, non vogliamo stare in un centro destra a cui sembra quasi piaccia perdere, noi vogliamo costruire qualcosa, si vince se ci sono questi elementi”.

 

Riproduzione riservata ©