La speranza, la gioia e la delusione in casa Buongiorno Livorno. “Entriamo in un tripolarismo”

Mediagallery

di Ilaria Boldrini

C’era grande emozione lunedì pomeriggio nella sede di Buongiorno Livorno, in attesa dei risultati dello scrutinio per le elezioni amministrative (clicca sul link in fondo all’articolo per vedere la video-intervista ad Andrea Raspanti). Aderenti, candidati, simpatizzanti e qualche cittadino curioso, hanno vissuto una giornata insieme per sostenere, questa volta non in senso elettorale, il proprio candidato sindaco, Andrea Raspanti. La neo-nata Buongiorno Livorno, una delle quattro liste a sostegno della candidatura di Raspanti, (tra le quali Amiamo Livorno, Un’altra Livorno e Sinistra unita per il lavoro), è stata definita una Sinistra moderna e di governo, che va oltre i conservatorismi della destra ma anche di quelli della sinistra. Una sinistra che si fa promotrice di un patto sociale, tra la meritocrazia e le politiche dell’emancipazione. Costanti gli aggiornamenti sulle percentuali di voto delle coalizioni e dei voti espressi per i candidati alla carica di sindaco. Alle 17.33, con 54 sezioni scrutinate su 172, Andrea Raspanti otteneva il 16,37% contro il 40,22% di Marco Ruggeri (Pd) e il 19,34 di Filippo Nogarin. Alle 18.45, con 106 sezioni su 172, Ruggeri è sceso al 39,79%, mentre è risalito Raspanti che ha raggiunto il 16,82%. Anche Nogarin ha subito una leggera flessione a ribasso, con il 19,29%. I dati percentuali ormai prospettano uno scenario di ballottaggio tra Pd e M5s, ma il giovane Raspanti sembra mantenere quella calma e quella giovialità che lo hanno caratterizzato per tutta la campagna elettorale. Alle 19.00 Ruggeri è al 40% e Nogarin supera di 2,49 punti percentuali il totale dei voti per Raspanti. A 141 sezioni scrutinate su 172 il Pd è al 41,12%, il M5s al 19,31% e la coalizione a sostegno di Raspanti al 16,01% (BL all’8,91%). La Rabbia e la delusione di alcuni candidati viene placata da un applauso scrosciante, che parte al grido: “Viva il nostro sindaco, Andrea!” La Vittoria del Pd è ormai certa e il M5s, sebbene in calo rispetto ai pronostici, si difende, avendo ottenuto un numero di voti che gli permettono di andare al ballottaggio con il primo partito. Ma quale scenario si prospetta per la coalizione di Raspanti? “Nei prossimi giorni ci riuniremo e decideremo insieme quale strategia assumere, in relazione ai risultati ottenuti oggi. In ogni caso non spetta a me decidere, né ipotizzare le scelte di un’intera coalizione”, dichiara Raspanti. Poi prosegue: “Certo, un po’ di delusione e di tristezza c’è. Sono comunque molto soddisfatto di questo risultato elettorale, è un risultato storico, soprattutto per una città come Livorno, che finalmente esce da un bipolarismo politico, per entrare in un ‘tripolarismo’, espressione di democrazia”. E questo forse, proprio grazie a Buongiorno Livorno.
 

 

Riproduzione riservata ©