Pisa e Livorno: dal “fare sistema” al “sistema di fare”

Collegamenti più veloci, polo di alta formazione per il personale portuale e maggiori integrazioni in turismo e sanità: queste alcune delle proposte emerse dall’incontro con Mazzeo

Mediagallery

“Adesso più che mai è giunto il momento di passare dalla logica del fare sistema al sistema di fare le cose”. Così Francesco Gazzetti, candidato alle prossime Elezioni Regionali nella lista del Partito Democratico per il Collegio di Livorno ha spiegato l’incontro di questa mattina con Antonio Mazzeo, capolista per il Collegio di Pisa.

“Il nostro impegno – ha continuato Gazzetti – è quello di creare vere sinergie, non meri accordi elettorali, per fare diventare la nostra costa il motore dell’economia toscana. Per far questo servono nuove idee e progetti che permettano a città, come Livorno e Pisa, di lavorare assieme integrando le caratteristiche migliori, le eccellenze, con reciproco vantaggio. Da qui la necessità di rafforzare, ad esempio, collegamenti di trasporto ferroviari veloci e costanti tra le due realtà, ma anche di creare opportunità nuove come, ad esempio, un polo di alta formazione legato al mondo accademico pisano magari rivolto specificatamente al personale portuale livornese, un polo che potrebbe essere collocato nelle strutture dell’interporto. Fondamentale – ha aggiunto – anche il rafforzamento dei rapporti tra le infrastrutture portuale ed aeroportuale. Pensate alle opportunità che si verrebbero a creare con l’incremento delle “crociere di testa”; i turisti potrebbero arrivare in aeroporto un giorno prima, potendo così visitare anche i territori della Val di Cecina, conoscere i nostri prodotti e le nostre comunità e poi partire portando con se anche uno splendido ricordo delle nostre  città, della nostra accoglienza e della nostra gente. Pensando al rapporto tra Livorno e Pisa e guardando ai nostri concittadini impossibile poi non pensare a collaborazioni su tematiche culturali e sanitarie”.
Antonio Mazzeo ha poi confermato l’impegno a rendere la costa toscana attrattiva di risorse per trasformarla in una vera e propria capitale del Mediterraneo.
L’incontro è stato introdotto da Alessio Quintavalle della Segreteria Territoriale del Partito Democratico.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # dav

    A proposito di sistema ferroviario! Da poco tempo Livorno è stata declassata a trasporto regionale:basta andare alle biglietterie self service e ci accorgiamo che sono state sostituite con quelle presenti nelle stazioni di provincia di minore afflusso che emettono i taqliandi di piccolo taglio e per il trasporto locale. Invece a pisa continuano ad avere le macchine self service trenitalia peraltro presenti nelle grandi città… Ma come è stato possibile declassare Livorno a ruolo marginale anche in relazione alla stagione estiva ove migliaia di turisti arrivano e si trovano di fronte una stazione periferica ed in tutto e per tutto dipendente da pisa?! Meditiamo!

  2. # Teseo

    Gazzetti, dammi retta, ritirati. Stai facendo delle brutte figure. Voi del PD avete avuto decenni per “fare”. Non venite ora a decantare i vostri progetti. Se non avete fatto nei decenni passati, non farete in futuro.

  3. # elio

    Come mai tanto spazio a Gazzetti su “Qui Livorno” e non anche ad altri candidati?

I commenti sono chiusi.