5 Stelle: “Andremo al ballottaggio, Livorno ha bisogno di cambiamento”

di letizia

Mediagallery

Dopo aver incontrato i residenti del quartiere Venezia, di Corea e della Rosa questa mattina Filippo Nogarin, il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle e alcuni candidati al consiglio comunale hanno incontrato gli abitanti della zona di Colline. “Solo muovendosi sul territorio – ha assicurato Nogarin – si possono raccogliere le istanze della cittadinanza, che in questo ‘viaggio’ tra i quartieri cittadini ci stanno incoraggiando molto”. Anche il programma, che nei prossimi giorni sarà pubblicato sul sito, nasce direttamente dal rapporto con i cittadini: “ Abbiamo costruito il nostro programma- ha spiegato il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle – dividendolo in otto punti specifici (sviluppo, riqualificazione centro urbano, trasporti, portualità, sanità, acqua pubblica, energia, rifiuti, connettività n.d.r.), quelli che secondo noi sono le esigenze primarie dei livornesi”. In tutto, un programma di 80 pagine, con una versione sintetica di 20 punti. “Quella che a breve presenteremo- ha detto Marco Valiani, candidato al Consiglio comunale – è solo la prima stesura, il programma potrà essere infatti modificato o integrato dai cittadini, sarà un lavoro in evoluzione continua, non rinnegando ciò che è stato detto in precedenza”.
Trasparenza e riduzione dei costi della politica, democrazia diretta e bilancio partecipato, scegliere gli assessori o assegnare i ruoli dirigenziali in base alle competenze e a seguito di una selezione di curricula, sono questi alcuni delle proposte che il Movimento 5 Stelle intende portare in Consiglio comunale. “Uno dei primi atti che presenteremo – ha detto Nogarin – sarà l’introduzione del referendum deliberativo senza quorum per far sì che i cittadini siano maggiormente coinvolti nelle decisioni dell’amministrazione”.
Altri punti cardine del programma del Movimento 5 Stelle sono lo stop al consumo del territorio, recuperando e riqualificando l’ esistente, la manutenzione degli edifici scolastici, la valorizzazione dei centri commerciali naturali, in alternativa alla grande distribuzione, l’incentivazione dei mercati rionali e lo sviluppo degli orti sociali, la gestione pubblica dell’acqua, mentre sono fermamente contrari alla costruzione dell’inceneritore o di nuove discariche. Anche riguardo all’ospedale i ‘pentastellati’ hanno le idee chiare. “Per noi l’ospedale esistente – ha puntualizzato il candidato sindaco – è più che sufficiente, non vogliamo spendere i soldi dei contribuenti per qualcosa che non serve”.
A una settimana dalla scadenza del termine per la presentazione delle liste, anche la raccolta del Movimento 5 Stella va avanti sebbene l’obiettivo delle 350 firme necessarie sia stato raggiunto il primo giorno. “Siamo convinti di andare al ballottaggio – ha affermato Nogarin – in città si avverte un forte bisogno di cambiamento”.
Gli impegni in vista delle elezioni vanno avanti, nei prossimi giorni il Movimento 5 Stelle incontrerà i rappresentanti sindacali e del mondo del lavoro e domenica prossima, 27 aprile, a sostegno della campagna elettorale per le amministrative arriverà la deputata Roberta Lombardi, l’appuntamento è fissato alle 21 in Piazza Guerrazzi, in caso di maltempo l’incontro si svolgerà sotto le logge di via Grande.

Riproduzione riservata ©