Nichi Vendola (Sel) al Lem

Mediagallery

di Filippo Pini

Il 30 aprile, nella sede provinciale di Sel in via Gori, è stata presentata un’iniziativa che vedrà Nichi Vendola a Livorno. Il segretario di Sinistra Ecologia e Libertà, il 4 maggio alle 10.45, si troverà al Lem, in piazza del Pamiglione, per un comizio elettorale. Saranno presenti Marco Ruggeri (candidato Sindaco coalizione centrosinistra) e il segretario provinciale Sel Livorno, Andrea Ghilarducci. Coordinerà il tutto Sabrina Busato di Uniti per Cambiare Livorno.
E’ stato precisato che intorno a questo incontro verteranno numerose discussioni, a partire dalle amministrative (nelle quali Sel sosterrà Ruggeri, facendo parte della coalizione) fino ad arrivare alle Europee e ai grandi temi, su cui si sta interrogando la politica nazionale, come lavoro, ambiente e diritti. “Sarà un incontro costruttivo, un momento di riflessione e di apprendimento.”-afferma Ghilarducci-”D’altra parte sarà un dibattito politico, sia su temi minori sia su quelli di primaria importanza”. Inoltre, Nichi Vendola ,alle 10.30 dello stesso giorno, depositerà un mazzo di fiori alla lapide posta in ricordo delle centoquaranta vittime del disastro della Moby Prince, al molo Andana degli Anelli. Successivamente Ghilarducci precisa la posizione di totale assenso e comunione di intenti del partito nei confronti di Marco Ruggeri come Sindaco poiché “una parte del programma della coalizione è stata presa da quello che avevamo presentato noi stessi per le primarie, perciò, noi possiamo fare altro che essere uniti nel sostenere, sia noi che Uniti per Cambiare Livorno, Marco Ruggeri”.
Al contempo appuntano la loro posizione ostile nei confronti della costruzione del nuovo ospedale, dato il fatto che “è, semplicemente, secondario” affermano Ghilarducci, prima, e Aaron Chiti (Uniti per Cambiare Livorno) dopo. Il segretario provinciale di Sel, sul filone del Pd, scaccia poi ogni spettro del ballottaggio affermando: “Siamo sicuri che non arriveremo al ballottaggio. Ci auspichiamo fortemente di vincere al primo turno. Ma se arrivassimo al ballottaggio, Buongiorno Livorno dovrebbe decidersi ora da che parte stare, perchè se scegliesse di schierarsi con M5S non si potrebbero definire la vera sinistra”.

Riproduzione riservata ©