La sfida del look, la consigliera Mileti (M5s) incanta. Tutti i volti dei nuovi eletti

Mediagallery

Abito, giacca, mocassini. Tailleur, tubini, pantaloni comodi (come di consueto potete trovare le foto di Simone Lanari in fondo all’articolo). E ancora: colori sgargianti, sobri, tinta unita. Chi è il consigliere più bello? Chi il più elegante? Abbiamo voluto stilare una nostra personalissima classifica sul look dei consiglieri comunali (leggi qui del consiglio comunale: la presidente è Giovanna Cepparello di Buongiorno Livorno). In molti sono arrivati accompagnati dal partner, come per altro il sindaco (in abito e cravatta blu, un colore che si abbina perfettamente con i suoi occhi blu), ma anche da amici e parenti, che hanno assistito emozionati alla seduta.
Tra le donne assegniamo la palma di più bella, senza alcun dubbio, a Maria Cristina Mileti, consigliera comunale M5s, 40 anni, archeologa e docente. Incanta tutti i presenti per la sua innegabile avvenenza. Indossa una giacca bianca e nera su un pantalone attillato nero. Lunghi capelli ricci mori e una silhouette da modella. Non ci sono dubbi, la più bella del consiglio è lei. Ci è piaciuto molto il tubino nero di lino di Monica Ria, consigliera Pd.  Richiamava il rosso, ma in tutt’altra nuance, anche il consigliere di Forza Italia, Elisa Amato, elegantissima con un tailleur corallo.
Il neo vice-sindaco Stella Sorgente, invece sembra voglia rimarcare la sua appartenenza ai pentastellati, nonché al suo nome, raggiante con un total look in bianco, luminosissima come un astro.
Al risultato di vittoria come Presidente del Consiglio Comunale di Giovanna Cepparello, è esploso il boato. Lei commossa ha tenuto il suo primo discorso, sottolineando come il valore fondamentale che deve accomunare tutti, a prescindere dall’appartenenza politica, sia l’antifascismo. E probabilmente legata alle sue idee è stata la scelta inconscia della sua camicetta color rosso scuro.
Fra gli uomini vige prevalentemente il completo o almeno la giacca. Il più elegante senza dubbio è il sosia di Beppe Grillo per la sua folta chioma, Corrado La Fauci, vestito in completo chiaro.
I più casual ma anche i più affascinanti, forse perché fra i più giovani, sono i due uomini di Buongiorno Livorno, Andrea Raspanti e Marco Bruciati, camicia-pantalone-mocassino, sembrano attrarre consensi da tutto il gentil sesso presente. Un voto senz’altro più che positivo per Marco Ruggeri, stile casual: giacca chiara e camicia bianca. E un’aria decisamente più rilassata rispetto alla sera del ballottaggio.

Riproduzione riservata ©