Festa dell’Unità alla Rotonda

Il segretario comunale del Pd afferma: " Ci siamo alzati dal lettino. Per noi è il simbolo del ritorno del partito tra i cittadini"

Mediagallery

Dopo due anni di assenza, due anni vissuti da esuli, la Festa dell’Unità, organizzata dal Pd livornese, tornerà alla Rotonda D’Ardenza. Saranno due settimane di eventi e manifestazioni quelle che andranno in scena dal 15 luglio al 31 luglio prossimo nella storica location che per due anni non ha ospitato gli stand targati Partito Democratico. Nel 2014, subito dopo la sconfitta elettorale, il Pd fu costretto ad organizzare la kermesse politica all’interno dell’ippodromo Caprilli a settembre. La scorsa estate, luglio, la Festa dell’Unità prese piede all’interno del PalaModigliani a Porta a Terra.
Quest’anno torna nella sua sede storica, nel suo teatro d’origine tra il mare e il verde della pineta della Rotonda.
La richiesta di utilizzo del suolo pubblico era partita già da tempo e, come confermato telefonicamente dallo stesso segretario provinciale del Pd Lorenzo Bacci a Quilivorno.it, la festa si farà. I permessi sono stati accordati dall’amministrazione pentastellata, consentendo così il “ritorno a casa” del Partito Democratico. Ad organizzare la manifestazione sarà l’ex assessore Alfio Baldi.
“Sicuramente per noi è un bel segnale che conferma la ritrovata vitalità del Pd a Livorno – ha commentato a Quilivorno.it il segretario comunale del partito Federico Bellandi – con questo ritorno alla Rotonda, è il simbolo del ritorno del Pd alla città, il che per noi significa ritornare a confrontarci con i cittadini, ritornare ad essere presenti sui problemi. E’ chiaro che c’era stato un momento di shock che è durato quasi un anno, poi sono stati nominati i nuovi segretari e da lì in poi è iniziata la ripresa. E’ chiaro, non ci vuole una settimana. E’ il segno dunque per noi più evidente che abbiamo finito la psicoterapia, ci siamo alzati dal lettino, e siamo tornati alla città. Gli scorsi anni per motivi di forze e organizzazione avevamo scelto delle altre ipotesi valide e alternative ma sicuramente meno impattanti sulla città come può essere stare alla Rotonda”.
Il tema della manifestazione ancora non c’è ma…”il titolo ancora non ce lo abbiamo – specifica Bellandi – lo scorso anno abbiamo fatto una festa nazionale e tematica sulla portualità, quest’anno pensavamo di fare una festa più sull’idea di città che il Pd mette in campo. E’ chiaro che facciamo il nostro lavoro di opposizione tutti i giorni sui problemi quotidiani, ma è anche il momento che il Pd riproponga la sua idea di città e credo che la manifestazione alla Rotonda sia l’occasione giusta per confrontarci con i cittadini e dare un disegno organico della nuova Livorno”.
Bellandi infine non nasconde che sarà anche l’occasione per rivedere a Livorno facce importanti della politica nazionale. “Stiamo lavorando sui contatti, ma sarà l’occasione per riportare in città anche un po’ di dirigenti nazionali di grosso calibro“.

Il commento del segretario Provinciale del Partito Democratico di Livorno, Lorenzo Bacci- “Il PD a Livorno sta cambiando pelle ed è sempre più presente sulle dinamiche cittadine e territoriali . Adesso con il ritorno della festa nella sede storica della Rotonda, manifestiamo concretamente il fatto che il partito di maggioranza del territorio livornese c’è, è pienamente in salute, e non intende assistere passivo alla distruzione di una città”.

Riproduzione riservata ©